Björk
|

Björk denuncia le molestie subite da Lars Von Trier

Björk ha denunciato di esser stata molestata sessualmente da un regista danese in una delle sue rare esperienze cinematografiche. L’artista islandese ha rivelato su Facebook di aver trovato ispirazione per la sua denuncia dal caso Weinstein, grazi al coraggio delle donne che hanno trovato la forza di raccontare le molestie subite. «Al tempo ero arrivata da una posizione di forza nel mondo della musica con una indipendenza conquistata a fatica. Mi è diventato immediatamente chiaro come fosse la norma che le donne subissero umiliazioni e potessero esser molestate da un regista, con un staff di una dozzina di prsona che permettevano e incoraggiavano questo comportamento. Ho compreso come per il mondo del cinema sia normale che un regista tocchi e molesti le attrici», rimarca Björk in un lungo post su Facebook scritto come messaggio personale.

La denuncia di Björk contro Lars Von Trier

La nazionalità del regista, danese, e la collocazione temporale dei fatti raccontati dall’artista  evidenziano come la denuncia delle molestie riguardi Lars Von Trier. Björk ha recitato in pochissimi film, e nel 2000 era stata la protagonista di Dancer in the Dark, apprezzato film del regista danese. All’epoca, come da sua descrizione, aveva già conquistato una solida fama nel mondo della musica. La cantante islandese racconta di esser stata punita e isolata dal regista danese, mai citato per nome, attraverso false affermazioni rivolte agli altri membri del cast su quanto fosse una persona difficile.

LEGGI ANCHE > NO FARINA, WEINSTEIN NON È SOLO UNO “SPORCACCIONE”. L’UNICA DIFFERENZA CON GLI STUPRATORI È CHE LUI HA I SOLDI

Björk rimarca di esser riuscita a non esser travolta da questa vicenda grazie alla sua fuga dal mondo del cinema, effettuata grazie alla sua forza. La cantante sottolinea come probabilmente altre donne non ci sono riuscite, anche se poi spiega come a suo parere dopo lo scontro con lei il regista danese abbia avuto relazioni più adeguate con le altre attrici. «Speriamo che queste mie affermazioni possano aiutare le attrici e gli attori di tutto il mondo. Fermiamo questi comportamenti. C’è un’onda di cambiamento nel mondo», conclude il suo messaggio Björk.

 

 

TAG: Björk