Migranti, Sibilia (M5S): «Un’alleanza con la Lega Nord è possibile»

di Redazione | 14/06/2017

migranti

La lettera che ieri la sindaca di Roma Virginia Raggi ha inviato al Prefetto per chiedere al ministero dell’Interno di limitare le presenze di migranti nella Capitale ha confermano una svolta del Movimento 5 Stelle in materia di accoglienza di profughi. Una svolta che viene confermata anche dalle parole del deputato Carlo Sibilia, ex membro del direttorio del partito di Beppe Grillo, che in un’intervista rilasciata alla Stampa parla oggi di una possibile «convergenza» tra M5S e Lega Nord.

 

LEGGI ANCHE > I commenti dei delusi dalla mossa di Virginia Raggi di chiedere una limitazione dei migranti a Roma

 

SIBILIA E LA POSSIBILE ALLEANZA TRA M5S E LEGA NORD SUI MIGRANTI

Sull’attacco su migranti e campi rom da parte di Raggi e Grillo, Sibilia dice: «È giusto che cominciamo a definire meglio i temi che interessano alla gente e a dare delle risposte ad esigenze che sono sotto gli occhi di tutti». Poi spiega che la proposta della Lega Nord in materia di immigrazione è migliore di quella del Pd:

L’immigrazione è storicamente un tema che divide il M5S al proprio interno. Lei sembra d’accordo però con Raggi e Grillo.

 

«Io sì, perché le entrate indiscriminate in Italia non aiutano nessuno, né i migranti né noi».

 

Ma non rischiate di sdraiarvi sulle posizioni della Lega in questo modo?

 

«No, perché noi a differenza della Lega vogliamo eliminare il business dell’immigrazione, inserendo un filtro. La situazione ormai è insostenibile. Di fronte a un supermercato, nella mia zona in Campania, c’è un signore che chiede l’elemosina: ogni giorno è sempre lì puntuale. Non è normale, no?».

 

Pensa ci possa essere un’alleanza di governo su questo e altri temi, come l’Europa, con la Lega Nord? Se ne parla tanto…

 

«Con la Lega ci può essere una convergenza, se si libera dei suoi elementi più propagandistici. Se vuole fare un ragionamento serio, senza posizioni estremiste. Per intenderci: la Lega è il partito di Umberto Bossi che diceva di voler sparare sui barconi. Ecco, se si ripuliscono di queste forme di propaganda, si può aprire un ragionamento. Ma è ancora presto per parlarne. Sicuramente c’è più vicinanza con loro, su questi temi, che con il Pd, che sento vorrebbe ripopolare le zone disabitate d’Italia, come i borghi, con i migranti».

(Foto: ANSA / GIUSEPPE LAMI)