«Il terremoto in Grecia? Colpa degli stranieri»

di Redazione | 13/06/2017

Ma quale scienza e quale geologia. Melih Gökçek, il sindaco di Ankara in Turchia, sostiene che il terremoto di 6.2 magnitudo di ieri nel Mar Egeo, al largo delle coste della Grecia e della Turchia, sia stato artificialmente causato da potenze straniere. La sua assurda teoria del complotto la riporta il Hurriyet Daily News. «Penso che questo potrebbe essere un terremoto artificiale. Non dico che è certo, ma è una possibilità molto grave», ha twittato il primo cittadino. Scatenando non poca ilarità.

terremoto grecia
Uno dei tanti tweet lanciati dal suo profilo ufficiale

LEGGI ANCHE: Angelo Cofone verso l’elezione ad Acri con 258 preferenze

TERREMOTO GRECIA: I DELIRI DEL SINDACO DI ANKARA

Non è la prima volta che Melih Gökçek sostiene il complotto del terremoto. Quest’anno, a febbraio, ha pensato che le scosse a Çanakkale, nella Turchia nord-occidentale, fossero state causate da occulti poteri con navi nascoste nel Bosforo. Il sindaco fa parte dell’AKP, lo stesso partito del presidente Erdogan.

(in copertina foto ANSA-ZUMAPRESS. Credit Image: © Depo Photos via ZUMA Wire)