Fusina, rogo a capannone di rifiuti: «Tenete le finestre chiuse» | VIDEO

di Gianmichele Laino | 07/06/2017

Fusina

Una nube nera, densa. E l’incubo di Pomezia si riaffaccia. Questa volta il rogo colpisce un capannone della località Fusina, municipalità di Marghera in provincia di Venezia, in una struttura del riciclo rifiuti dell’azienda Ecoricicli partecipata di Veritas. L’allarme è scattato questa mattina intorno alle 10.30, quando materiali infiammabili fuoriusciti dalla zona dove vengono triturati i rifiuti hanno dato origine al rogo. 

LEGGI ANCHE: «Pomezia, nube tossica per incendio in deposito di plastica | VIDEO»

LE IMMAGINI DEL ROGO DI FUSINA

Il comune di Mira, vicino al luogo dell’incendio, ha diramato una nota: «Il sindaco è in contatto con i vigili del fuoco. In attesa di maggiori informazioni, si raccomanda di mantenere a scopo cautelativo le finestre chiuse». E anche il primo cittadino di Venezia, Luigi Brugnaro, è intervenuto, cercando di rassicurare la popolazione: «L’incendio di Fusina è circoscritto ai rifiuti ingombranti: materassi e mobili. Al momento nessun pericolo per la popolazione». 

La dinamica dell’incendio è stata chiarita proprio dai Vigili del Fuoco. Hanno spiegato che nel trituratore è finita una bomboletta di gas che ha provocato lo scoppio. Le immagini girate da videoamatori – che in poco tempo sono state pubblicate sui social network – ricordano da molto vicino quelle viste il mese scorso a Pomezia. In quell’occasione, a prendere fuoco fu uno stabilimento della Eco X e il rogo venne spento soltanto dopo diversi giorni, dopo aver inquinato l’aria con diossina e altri materiali altamente tossici. 

(FOTO screenshot da video account Twitter @veneziatoday)