L’appello di Elisabetta: «In rete c’è un mio video hot, ma non farò la fine di Tiziana Cantone»

di Redazione | 25/02/2017

elisabetta sterni

Elisabetta Sterni, una ragazza padovana di 30 anni, di professione ragazza immagine, sta vivendo una storia simile a quella di Tiziana Cantone, la 31enne napoletana che lo scorso settembre si è tolta la vita dopo la diffusione online di suoi video hot. In Rete è stato pubblicato ed è diventato virale un filmato che ritrae la giovane durante un momento di intimità. Le immagini, registrate da un ragazzo di cui Elisabetta era innamorata, sono finite su migliaia di gruppi Whatsapp e perfino su un sito porno. Ora la 30enne prova a reagire, uscendo allo scoperto non nome e cognome, evitando di farsi schiacciare dal peso della vergogna.

 

LEGGI ANCHE > Tiziana Cantone, il Garante per la Privacy apre un’istruttoria. Nel mirino Google e Yahoo

 

VIDEO HOT IN RETE, L’APPELLO DELLA 30ENNE PADOVANA ELISABETTA STERNI

Quello di Elisabetta Sterni è un appello a chi vive una situazione simile alla sua, a reagire, ribellarsi. «Non farà la fine di Tiziana», dice oggi in un’intervista rilasciata a Enrico Ferro per Repubblica. E annuncia denunce. Raccontando la scoperta del video la ragazza racconta:

«Ci sono rimasta di sasso ma speravo fosse una esagerazione. Poi ho iniziato a indagare e mi sono resa conto che tutta la gente che mi stava intorno aveva quel video. È arrivato persino sul telefonino di mia nipote di 17 anni».

 

Come ha gestito la situazione?

 

«Mi sono spaventata tantissimo e ho deciso di cancellarmi da tutti i social network. Ho eliminato qualsiasi profilo. Poi però mi sono detta che no, non era giusto».

 

La sua denuncia, di fatto, è stata affidata proprio a un video su Facebook.

 

«Sì. Il giorno dopo il mio trentesimo compleanno ho deciso di dire a tutti come la penso. Durante quei giorni isolata sono giunta alla conclusione che l’unica soluzione era reagire».

 

Reagire in che modo?

 

«Denuncio tutti. Denuncio lui, perché ha tradito la mia fiducia. Ma è giusto che paghi anche chi ha moltiplicato quelle immagini con leggerezza, senza rendersi conto di come si può far male a una persona».

Le immagini sono state registrate da un 29enne di Treviso. «Non è una cosa he faccio sempre ma non è nulla di illegale», ha detto ancora Elisabetta a Repubblica parlando dell’idea di girare quel tipo di filmato. «Ora tutti commentano scandalizzati – dice – ma l’idea di mandare una foto o un video di quel tipo al proprio partner può venire a chiunque». E sulla «triste storia» di Tiziana. «Quando mi sono trovata nella sua stessa situazione ho pensato che dovevo necessariamente tirare di buono da questa storia».

(Foto: immagine del profilo Facebook di Elisabetta Sterni)