Stadio Roma, l’incontro segreto di giovedì notte tra Virginia Raggi e la società giallorossa

di Redazione | 25/02/2017

stadio roma

Alla fine l’intesa è arrivata. La sindaca della Capitale e la sua amministrazione hanno dato il via libera alla costruzione del nuovo stadio della Roma in zona Tor di Valle. L’intesa con la società giallorossa è arrivata al termine dell’atteso incontro in Campidoglio di venerdì sera. Ma il tavolo al quale è stato siglato l’accordo non sarebbe stato l’unico. Il vertice decisivo sarebbe stato preceduto infatti, giovedì notte, da un incontro segreto tra la prima cittadina e proponenti.

 

LEGGI ANCHE > Stadio della Roma: c’è l’accordo. Riduzione delle cubature a Tor di Valle, niente più torri

 

STADIO ROMA, INCONTRO SEGRETO TRA VIRGINIA RAGGI E SOCIETÀ

Lo raccontano Lorenzo D’Albergo su Repubblica. La maratona finale per il sì allo stadio sarebbe cominciata nel tardo pomeriggio di giovedì, con il confronto in Campidoglio tra i tecnici del dipartimento Urbanistica, Trasporti e Patrimonio e gli architetti del club guidato da James Pallotta e del costruttore Luca Parnasi, per definire le modifiche al progetto. Qualche ora dopo i proponenti avrebbero incontrato Virginia Raggi:

Dopo un vertice tra Roma e Parnasi nello studio Tonucci, sede della società del nuovo stadio, arriva il momento della sindaca. Partecipa a un incontro segreto con i proponenti. Prima di andare a dormire, poi, Virginia Raggi si consulta con il proprio staff: «Se arriverà la stretta di mano, dovrò avere tutti i consiglieri con me». Si fa sentire la paura di una spaccatura, di perdere gli “ortodossi” della maggioranza M5S lungo il percorso che dovrebbe portare al «sì» al progetto romanista con modifica della delibera di pubblica utilità dell’amministrazione Marino. Chi le è vicino le suggerisce il jolly: lasciare a Beppe Grillo, al garante del Movimento, il compito di esporre ai 29 eletti dell’aula Giulio Cesare il nuovo progetto.
È l’una di notte. Le trattative dei tecnici vanno avanti. L’inquilina del Campidoglio, invece, torna a casa. Per poi finire in ospedale, al San Filippo Neri, al mattino: forti dolori addominali la mettono al tappeto.

STADIO ROMA, CUBATURE DIMEZZATE

L’intesa decisiva sul nuovo stadio della Roma prevede un taglio del 50 percento delle cubature previste rispetto al progetto originario e una riqualificazione della zona con forte riduzione del business park), standard di costruzione elevati, e la messa in sicurezza il quartiere di Decima (che non sarà più soggetto ad allagamenti).

(Foto: ANSA / ANGELO CARCONI)