donald trump fbi
|

Usa, Trump attacca anche l’Fbi: «È totalmente incapace di fermare le fughe di notizie ai media»

Continua la catena di messaggi al vetriolo del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. L’inquilino della Casa Bianca oggi ha denunciato l’«incapacità» da parte dell’Fbi di fermare la fuga di notizie riguardanti la sicurezza nazionale. «L’Fbi – ha attaccato in un tweet – è totalmente incapace di fermare gli autori delle fughe di notizie riguardanti la sicurezza nazionale che hanno permeato a lungo il nostro governo». «Non riescono a trovarli – ha aggiunto ancora il presidente Usa – neppure all’interno della stessa Fbi. Ai media sono date informazioni classificate che potrebbero avere un effetto devastante sugli Usa. Trovarli ora».

DONALD TRUMP CONSIDERA L’FBI TOATALMENTE INCAPACE DI FERMARE FUGHE DI NOTIZIE

L’attacco di Donald Trump arriva precisamente dopo che l’Fbi ha respinto la richiesta avanzata dalla Casa Bianca di smentire pubblicamente le notizie diffuse dalla stampa su presunti contatti tra collaboratori di Trump e esponenti russi durante la campagna elettorale. Notizie che la stessa Fbi aveva definito come «non accurate» con la Casa Bianca, secondo la versione di quest’ultima.

 

LEGGI ANCHE > Usa, un immigrato messicano espulso si suicida gettandosi da un ponte

 

Le parole forti di Donald Trump arrivano anche dopo una retromarcia sull’Unione Europea. Il presidente Usa in un’intervista rilasciata alla Reuters ha definito l’Ue una cosa meravigliosa, dichiarandosi un sostenitore di quest’istituzione dopo averla nettamente criticata nelle settimane precedenti (giudicandola un veicolo della Germania per sfruttare gli altri Paesi del Vecchio Continente). È di due giorni fa invece la notizia del ritiro da parte di Donald Trump delle linee guida anti-discriminazione varate dal suo predecessore alla Casa Bianca Barack Obama, linee guida secondo le quali gli studenti transgender potevano usare bagni e spogliatoi nelle scuole pubbliche in base alla propria identità di genere (e non in base al sesso di nascita).

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit: EPA / Olivier Douliery)