Anti-vaccini, perchè il 2017 rischia di essere l’anno del loro trionfo

di Redazione | 09/02/2017

Anti-vaccini

Anti-vaccini, il movimento anti-vax potrebbe cogliere il suo primo grande trionfo nel 2017. Lo ipotizza un medico texano, Peter J. Hotez, pediatra e studioso delle immunizzazioni, in un editoriale firmato per il New York Times. La conseguenza del successo del movimento anti-vaccini potrebbe essere la prima epidemia di morbillo negli Stati Uniti: visto che la percentuale dei bambini immunizzati contro questa malattia infettiva altamente contagiosa sta pericolosamente scendendo sotto la soglia del 90%. Il problema è particolarmente acuto in Texas. Nel secondo Stato degli Usa della popolazioni decine di migliaia di bambini che frequentano le scuole pubbliche, circa 45 mila,  sono stati esentati dalla vaccinazione contro il morbillo. Negli istituti gestiti dal Texas la soglia di immunizzazione sotto il 90% degli studenti è spesso superata; nelle scuole private però la situazione è ben più pericolosa. Un terzo degli scolari è infatti senza vaccinazione. I genitori dei bambini texani sono aiutati nella loro battaglia contro la vaccinazioni da comitati che raccolgono fondi per sostenerli, sfruttando una paura diffusa contro l’immunizzazione. Nonostante le prove scientifiche dimostrino il contrario, mole famiglie rinunciano alla vaccinazione per la paura dell’autismo.

I vaccini non sono in modo evidente la causa per cui i bambini sviluppano l’autismo. La genetica sembra giocare un ruolo nello sviluppo di questa patologia, così come c’è un legame coi problemi durante la gravidanza. Su questo ci dovremmo concentrare, non sulla bufala dei vaccini che causano l’autismo.

Il commento del dottor Hotez evidenzia come Donald Trump abbia dato legittimità al movimento anti vaccini, particolarmente popolare su internet, difendendone l’attività in diversi tweet come in un dibattito tra candidati repubblicani durante le scorse primarie presidenziali. Da quando è arrivato alla Casa Bianca Trump però ha evitato nuovi commenti in sostegno al movimento anti vaccini, una circostanza che Hotez auspica possa rappresentare un mutamento di opinione rispetto a quanto affermato in precedenza.

Foto copertina: immagine generica tratta da Pixabay