Terremoto
|

«Le misure per la ricostruzione dopo il terremoto indipendenti dall’Europa»

Terremoto, le spese per la ricostruzione saranno indipendenti dalla trattativa tra Governo e Commissione UE sul disavanzo di bilancio. Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha spiegato come l’esecutivo Juncker dovrebbe tenere in considerazione l’anno particolare subito dall’Italia, con diverse scosse sismiche gravi che hanno creato un’emergenza che va risolta. Il ministro dell’Economia ha comunque ribadito l’intenzione di non aprire un conflitto con la Commissione, evidenziando come entro l’inizio di febbraio il Governo Gentiloni risponderà alle osservazioni fatte sul bilancio 2016. Secondo l’UE l’Italia dovrebbe ridurre il disavanzo dal 2,4 al 2,2%, con una manovra di correzione di poco superiore ai 3 miliardi. Un intervento osteggiato dal Governo, e su cui è in corso una trattativa. Padoan ha annunciato che entro il 1° febbraio sarà data una risposta alla lettera inviata dalla Commissione UE sul bilancio.

 

LEGGI ANCHE > Il piano B di Matteo Renzi: niente manovra correttiva e campagna elettorale sul No all’Europa

Foto profilo: profilo Facebook del ministero dell’Economia