meteo abruzzo
|

Meteo Abruzzo, Marche e Lazio: cosa succede nelle zone colpite dal terremoto

METEO ABRUZZO

L’Abruzzo è in ginocchio per via delle forti scosse di magnitudo superiore a 5, giunte oggi dopo le forti nevicate dei giorni scorsi. I disagi sono tanti, ci sono cumuli di neve superiori ai 2 metri che ostacolano i soccorsi e la fuga dalle proprie abitazioni. E le difficoltà potrebbero anche aumentare (anche nelle Marche e nel Lazio).

Come sarà, dunque, il tempo nelle zone colpite dal sisma al Centro Italia? Stando a quanto fa sapere il sito 3bmeteo.com sulle zone terremotate fra Lazio e Abruzzo è prevista neve anche domani (fino a venerdì mattina). Tra oggi (mercoledì) e giovedì ci saranno ancora nevicate diffuse e copiose nell’interno delle Marche, in Abruzzo e in Molise. In gran parte del Nord invece non ci saranno precipitazioni ma continuerà il freddo intenso con diffuse gelate. Il problema è che sul alcune zone dell’Abruzzo, intorno ai 1500 metri di quota, si è già superato il metro e mezzo di neve. Spostandosi verso la costa prevale la pioggia, anche a Teramo. Si segnalano poi allagamenti ed esondazioni nel teramano, pescarese e chietino.

SEGUI QUI > Terremoto Centro Italia: tre forti scosse, ancora crolli e paura, nessuna vittima| LIVE

METEO ABRUZZO E MARCHE, SITUAZIONE NELLE ZONE COLPITE DAL SISMA

Tante famiglie sono senza elettricità. In diverse aree dell’Abruzzo nevica ininterrottamente dalle prime ore di lunedì 16 gennaio. La riparazione dei guasti (450 gruppi elettrogeni in tutta la regione) sta avvenendo in uno scenario complicato dal perdurare delle difficoltà di circolazione stradale. Le forti scosse di terremoto registrate nella mattinata di oggi, si legge nella nota, «non hanno causato danni alla rete elettrica ma hanno rallentato l’attività di ripristino». Intanto c’è stato un rafforzamento del presidio del territorio sin dall’emanazione dell’allerta meteo. A Pescara, dove è esondato, il fiume, si valuta la richiesta di calamità naturale. Per venerdì – secondo l’Aeronautica Militare – continuano  rovesci e temporali con nevicate su aree interne di Marche ed Abruzzo al mattino, al di sopra dei 500 metri.

METEO ABRUZZO, CONDIZIONI DELLE STRADE

Viabilità Italia informa che sull’Abruzzo continua a nevicare e attualmente risulta molto critica la situazione della viabilità in provincia di Teramo, dove si contano anche danni ad alcune strutture pubbliche. In corso verifiche su infrastrutture stradali e ferroviarie. La circolazione in quell’area è ammessa solo per i veicoli muniti di pneumatici da neve o con catene a bordo, salvo restrizioni maggiori in loco per il mutare delle condizioni meteo. Continua a nevicare intensamente sulla A24 dove c’è il divieto temporaneo di circolazione per i mezzi con massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate tra Valle del Salto e Teramo in entrambe le direzioni. Al momento i mezzi pesanti che circolano tra Tivoli e Castel Madama (in direzione L’Aquila) vengono fatti uscire al casello autostradale di Castel Madama e reindirizzati in direzione di Roma; risulta consentito l’accesso ai veicoli leggeri dotati delle dotazioni antisdrucciolevoli dai caselli di Castel Madama, Vicovaro-Mandela, Carsoli, Valle del Salto, L’Aquila Ovest e L’Aquila Est.Risulta chiuso in uscita il casello di Assergi per impraticabilità della viabilità esterna causa neve.

METEO MARCHE: STRADE CHIUSE E DOVE

Nelle Marche è chiusa la strada statale 77 Val di Chienti (tracciato a quattro corsie) da Tolentino Ovest al confine con l’Umbria in direzione Foligno e da Colfiorito (molto colpita) a Serravalle del Chienti in direzione Civitanova Marche. Chiusa anche la strada statale 4 “Salaria” in provincia di Ascoli Piceno, tra Acquasanta Terme e Arquata del Tronto, dove il maltempo ha provocato la caduta di alcuni alberi. Per monitorare però tutti gli aggiornamenti vi consigliamo di consulate anche i siti di Autostrade e Anas.

(fonte immagine: Vigili del fuoco)