Twitter chiuderà Vine

di Andrea Mollica | 28/10/2016

Twitter chiude Vine

Twitter chiude Vine a 4 anni dalla sua acquisizionr. L’azienda IT americana ha spiegato come la popolare applicazione per la condivisione dei video sarà sospesa nei prossimi mesi. I motivi non sono stati citati, anche se è probabile un legame con i problemi economici di Twitter. Il social media inoltre, in questo momento di difficoltà, sta puntando su Periscope come piattaforma video.

TWITTER CHIUDE VINE

La popolare applicazione di video Vine, creata nel 2012 e diffusasi in modo impetuoso sui social media nel 2013, verrà chiusa da Twitter. Vine permetteva di creare clip molto brevi, di 6 secondi poi portati a 6 e mezzo, da condividere sui social media. L’app è diventata molto popolare su Twitter, dove era utilizzata in particolar modo per riprendere alcuni momenti di eventi live o trasmessi TV particolarmente curiosi. A soli 4 anni dalla sua creazione però Vine sparirà, anche se Twitter ha precisato che i vecchi video pubblicati attraverso questa applicazione non saranno cancellati.

LA CHIUSURA DI VINE E I PROBLEMI DI TWITTER

L’annuncio della chiusura di Vine rappresenta uno dei simboli dei problemi di Twitter. Il social media soffre da tempo per un calo di utenti, e per un modello di business poco redditizio. A differenza di Google prima e Facebook poi Twitter non è riuscito a canalizzare importanti introiti pubblicitari, tale da rendere sostenibile la sua attività. La cessione della società è fallita nelle settimane scorse, e Twitter ha annunciato una corposa riduzione della forza lavoro, il 9% del totale, per risparmiare sui costi. La chiusura di Vine è probabilmente legata a quest’operazione, oltre al fatto che il social media abbia deciso di puntare su Periscope come piattaforma video.