saldi estivi 2016 calendario
|

Calendario Saldi estivi 2016: le date per ottenere gli sconti

Ammettiamolo. C’è chi li aspetta – silenziosamente – per mesi e mesi. Stiamo parlando dei Saldi estivi 2016 che stanno per iniziare: domani, sabato 2 luglio. Donne e uomini, senza alcuna differenza sono pronti a scatenarsi fin dalle prime ore della mattina per riuscire a comprare a saldo “quel completino” adocchiato ormai settimane e settimane fa. Finalmente si apre la stagione degli sconti. Finalmente si potrà dare libero sfogo ai propri istinti consumistici assaltando vetrine e negozi di ogni fattura. Il calendario dei saldi ha una data segnata in rosso: il 2 luglio il giorno del via, praticamente per tutta Italia, da Roma a Milano, con l’unica eccezione della Sicilia, degli sconti nei negozi. I Saldi sono un caposaldo della nostra società, un evento imperdibile, alimentato dai media online e offline. Per non parlare di spot, cartellonistica, pubblicità sulle riviste. Tutto fa Saldo.

CALENDARIO SALDI ESTIVI 2016: QUANDO FINISCONO

Quella che cambia è la data di fine dei Saldi, in questo caso c’è un calendario specifico regione per regione. Una data molto attesa dai commercianti e dai clienti. I primi puntano sul periodo degli sconti per cercare di vendere gran parte della merce, mentre i clienti aspettano i saldi per comprare al miglior prezzo possibile. Per questo motivo l’uscita del calendario dei saldi è molto atteso: un po’ come quello della Serie A. I rispettivi appassionati sanno in questo modo come regolarsi.

LEGGI ANCHE > SALDI ESTIVI 2016 QUANDO INIZIANO, LE DATE

Occhio al calendario dei saldi – quindi – soprattutto per i ritardatari, per quelli che magari non amano gettarsi nella calca dei primi giorni o che non hanno fretta. La data della fine dei saldi è importante anche per qualche piccolo affare da fare magari quando si è tornati dalle vacanze, o, negli ultimi giorni di vacanza.

LEGGI ANCHE > SALDI OCCHIO A TRUFFE E TRUCCHI

Calendario Saldi estivi 2016

Abruzzo: dal 2 luglio al 30 agosto
Basilicata: dal 2 luglio al 2 settembre
Calabria: dal 2 luglio al 1° settembre
Campania: dal 2 luglio al 30 agosto
Emilia Romagna: dal 2 luglio al 30 agosto
Friuli Venezia Giulia: dal 2 luglio al 30 settembre
Lazio: dal 2 luglio per sei settimane
Ligura: dal 2 luglio al 15 agosto
Lombardia: dal 2 luglio al 30 agosto
Marche: dal 2 luglio al 1° settembre
Molise: dal 2 luglio al 30 agosto
Piemonte: dal 2 luglio per 8 settimane anche non consecutive
Puglia: dal 2 luglio al 15 settembre
Sardegna: dal 2 luglio al 30 agosto
Sicilia: dal 2 luglio al 15 settembre
Toscana: dal 2 luglio al 30 agosto
Umbria: dal 2 luglio al 30 agosto
Valle d’Aosta: dal 2 luglio al 30 settembre
Veneto: dal 2 luglio al 31 agosto