Le finte profezie di Fassino che fanno impazzire la rete

di Redazione | 20/06/2016

Beppe Grillo? «Fondi un partito e vediamo quanti voti prende». Chiara Appendino? Mi auguro che lei un giorno si segga sulla mia sedia, poi vediamo se sarà capace di fare tutto quello che dice». Sono le sfortunate profezie di Piero Fassino, il sindaco di Torino uscente ieri battuto al ballottaggio dalla candidata del Movimento 5 Stelle, che in queste ore stanno facendo il giro della rete. L’ex segretario dei Ds negli ultimi anni ha sfidato i leader del partito di Beppe Grillo, evidenziando le loro scarse probabilità di successo elettorale. E qualche volta le sue parole si sono rivelate profetiche. Almeno in un paio di occasioni.

 

La seconda, tragica, profezia di Piero Fassino | VIDEO

 

GLI SFOTTÒ SUL WEB: «OBAMA PRESIDENTE USA? SI CANDIDI E VEDIAMO…»

Il web non si è lasciato sfuggire l’occasione, ed ora ci ride su. Sui social network circolano finte e bizzarre profezie di Fassino. «Se Barack Obama pensa di diventare presidente dell’America si candidi, vedremo se qualcuno lo vota», è una delle battute. E ancora: «Se i Beatles dicono di essere così bravi come dicono scrivano una canzone. Vedremo quanti dischi vendono». Oppure: «Se Ulisse crede di entrare a Troia nascondendosi dentro un cavallo finto che ci provi. Vedremo come andrà a finire». Le frasi più divertenti sono state raccolte dalla pagina fan di Facebook ‘Fassino profetizza cose’.

 

 

LA SECONDA PROFEZIA: «VORREI VEDERE CHIARA APPENDINO AL MIO POSTO»

Per quanto concerne le profezie avveratesi, lo scorso anno, rivolgendosi in consiglio comunale a Chiara Appendino, che lo ha poi battuto alle elezioni Amministrative, Fassino affermava: «Io vorrei solo consigliare a qualche consigliere che fa l’elenco di tutto quello che non funziona, siccome credo che ciascuno di noi abbia relazioni con il mondo, anche chi è più ripiegato sul suo tablet, quale è il giudizio che in Italia e nel mondo viene dato di Torino, che non è il giudizio che io ascolto in alcuni interventi in quest’aula. Cosa dice la gente». E ancora: «Provi a uscire, consigliera Appendino. Faccia quattro passi per la città come li faccio io. Intanto non la vedo in nessuna cosa che organizza la città. Io ci sono e lei non c’è. E io mi sono anche seccato dei giudizi presuntuosi che lei ogni giorno non solo dice qui ma scrive sui social, sono giudizi presuntuosi, ingenerosi e spesso fondati sull’ignoranza. Glielo dico con chiarezza una volta per tutte. Io mi auguro che un giorno lei si segga su questa sedia e vediamo se poi sarà capace di fare tutto quello che ha auspicato di poter fare. E comunque lo decideranno gli elettori».

 

 

LA PRIMA PROFEZIA: «BEPPE GRILLO FONDI UN PARTITO E VEDIAMO QUANTI VOTI PRENDE»

Una profezia ancor più significativa è quella relativa al boom del Movimento 5 Stelle su scala nazionale, arrivato nel 2013. Nel 2009, intervistato da Repubblica Tv, Fassino lanciava la sfida: «Se Grillo vuol far politica fondi un partito, metta in piedi un’organizzazione, si presenti alle elezioni, vediamo quanti voti prende… e perché non lo fa?». Quattro anni dopo il comico genovese portò a casa il 25,5% dei consensi alle elezioni Politiche.

 

 

(Immagini e video da: YouTube)