«Complimenti per l’infermiera Cristina. Le ho offerto un lavoro a Telecinco»

di Redazione | 15/06/2016

silvio berlusconi infermiera

«Questa mattina ho liberato Berlusconi dal vincolo della assistenza respiratoria. Si è venuto a manifestare immediatamente il Silvio Berlusconi di sempre che dopo 30 secondi era pronto a farmi una battuta: un complimento per l’assistenza ricevuta durante la notte da una delle mie infermiere della terapia intensiva, Cristina, alla quale ha dato una alternativa di lavoro a Telecinco». Lo dice Alberto Zangrillo, medico personale dell’ex premier, nel corso di una conferenza stampa a Milano sul decorso post operatorio del Cavaliere. Berlusconi sembra reagire bene, l’operazione è riuscita nel migliore dei modi e domani il leader di Forza Italia uscirà dalla terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele.

LEGGI ANCHE L’irritazione dei figli di Berlusconi per le lacrime di Francesca Pascale

SILVIO BERLUSCONI IN RIABILITAZIONE FINO A LUGLIO

«I tempi che ci aspettiamo per la riabilitazione sono quelli standard per questi tipi di cose: una degenza di 5-6 giorni in ospedale e dopo di che nella struttura riabilitativa che in questo caso puo’ essere il nostro stesso ospedale. La riabilitazione dura una quindicina di giorni, 10-15 giorni, salvo complicanze. Le nostre previsioni sono fino ai primi di luglio», ha affermato il cardiochirurgo Ottavio Alfieri che ha seguito l’operazione. Quello effettuato ieri a Silvio Berlusconi si può «considerare un intervento definitivo». A garantirlo è il dottore Alfieri che ieri ha sostituito la valvola aortica malfunzionante all’ex premier. «Ha reagito veramente sorprendendo tutti, si e’ compiaciuto del fatto che c’era ancora, abbiamo rivissuto gli ultimi momenti prima dell’intervento, e’ entrato subito in interazione con chi lo circondava», ha sottolineato Zangrillo ribadendo che la sua prima reazione dopo l’intervento al cuore è avvenuta «nel modo che non avrei sperato».

(foto di repertorio ANSA/FABIO CAMPANA)