Matteo Salvini attacca Francesca Pascale: «È fuori dalla realtà. Forza Italia così non ha futuro»

di Redazione | 25/04/2016

matteo salvini

Marco Cremonesi intervista per Il Corriere della Sera Matteo Salvini, leader della Lega Nord. «È chiaro che se Forza Italia va avanti così, non ha un gran futuro… nonostante Silvio Berlusconi, che ci ha messo testa e cuore», spiega il capo del Carroccio.

Su Roma nessuna possibilità di avvicinamento?
«Il punto è un altro. Le beghe romane sono piccola cosa rispetto a quel che accade nel mondo. Le faccio un piccolo esempio: oggi è il 101esimo anniversario del genocidio armeno, un milione e mezzo di cristiani massacrati dai turchi».
Perdoni: che c’entra?
«In Forza Italia c’è gente che non vuole ragionare con la Lega, ma trova normale dare alla Turchia 6 miliardi».
Parla di Antonio Tajani?
«Certo. Ecco, io non sarò mai alleato con i servi della Merkel. E tantomeno con
quelli di Erdogan».
Che significa?
«Quando saremo al governo, non ci sarà il minimo spazio per politiche che sono la morte dell’Italia. Meglio far chiarezza subito. Si tengano Bertolaso, i suoi rom e i suoi topi. Ormai fa il paio con Razzi e i suoi gatti. Ma questa non è politica, è Crozza nel paese delle meraviglie».

Matteo Salvini: «Campi di pallavolo al posto dei campi rom» | VIDEO

Dopo aver bollato anche l’opzione Marchini per il Campidoglio Salvini spiega…

Non ha deciso Berlusconi?
«Lui si ritrova a tenere a bada di tutto: lo capisco e sono solidale. Però, dal suo partito mi chiamano eletti ed elettori. Dico a tutti “ci risentiamo a urne chiuse”, non faccio quel che Renzi fa in Parlamento. Chiaro però che se Forza Italia va avanti così non ha un gran futuro. Nonostante Berlusconi ci si sia messo fino all’ultimo».
Vede nella vicenda un ruolo di Francesca Pascale?
«Non commento, stendo un velo di tenerezza e umana comprensione. Io in Lega li ho vissuti i periodi in cui a decidere era qualcuno che non rappresentava nessuno».
Mogli, figli… Pascale decide?
«Credo che sia lontana dalla realtà. Il male dei giovani meridionali che scappano all’estero per lavorare non può essere Salvini. Prendermi del troglodita da una che non conosce i problemi dei ragazzi mi lascia indifferente».

(in copertina foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)