Massimo Bossetti
|

Bossetti, respinta la richiesta del legale: “No ad altre perizie sul Dna”

I giudici della Corte d’Assise di Bergamno hanno respinto la richiesta di una nuova perizia, presentata dall’avvocato di Massimo Bossetti, ritenendo “non decisivo ogni ulteriore accertamento”. È stato inoltre ritenuto “superfluo” l’accertamento chiesto dalla difesa sulle telecamere di sorveglianza che avrebbero ripreso più volte il furgone di Bossetti nelle ore in cui è scomparsa Yara Gambirasio. La presidente della Corte Antonella Bertoja ha sottolineato “l’impossibilità di acquisire nuovi elementi” utili a stabilire con precisione modalità e tempi del decesso. È stata invece ammessa la richiesta integrativa di prova documentale sul carteggio tra Bossetti e la detenuta Gina. Per la Corte, gli elementi raccolti fino ad oggi sarebbero sufficienti per esprimere una sentenza entro il 10 giugno.