bruxelles schaerbeek
|

Belgio, operazione di polizia a Schaerbeek: arrestato non è Mohamed Abrini

Belgio, torna l’allerta a causa di un’operazione di polizia in corso a Schaerbeek. Secondo le autorità le forze speciali sono in azione in un’abitazione del comune di Bruxelles. Si è sentita un’esplosione. Secondo le prime indiscrezioni un uomo sarebbe stato neutralizzato. Sul posto gli artificieri insieme alle unità anti-terrorismo. Potrebbe essere stato trovato lo stesso tipo di esplosivo usato negli attentati di martedì 22 marzo. Il fermato sarebbe Mohamed Abrini, l’ultimo ricercato per le stragi di Parigi.

17.04 – Gli inquirenti belgi hanno annunciato l’arresto di tre persone nei raid antiterrorismo condotti a Bruxelles questa mattina dopo l’arresto di un francese, Reda Kriket, ieri sera nella banlieue nord di Parigi. L’ufficio del procuratore precisa che gli arresti sono stati effettuati nei tre quartieri di Bruxelles, Schaerbeek, Forest e Saint-Gilles.

15.46 – La procura federale del Belgio smentisce gli organi di stampa. L’arrestato non è Mohamed Abrini.

15.37 – Il sospettato ha rifiutato di togliersi la giacca dopo l’intimazione della polizia. Questa a quel punto ha sparato.

15.22 – La Polizia ha avvisato che l’operazione è conclusa. Gli agenti stanno facendo i rilievi del caso.

bruxelles schaerbeek

15.12 – Ecco il video dell’operazione di polizia. Si vede l’uomo fermato a Schaerbeek in terra, ferito alle gambe, che tiene in mano uno zaino.


Opération Schaerbeek 3 di sudpresse

15.07 – Secondo i media francesi l’uomo arrestato a Schaerbeek sarebbe Mohamed Abrini, ultimo ricercato per le stragi di Parigi.

15.03 – Nel dettaglio, nel cerchio rosso, è visibile lo zaino custodito dall’uomo arrestato dalla polizia belga. Curioso il modo di proteggere l’oggetto. Le forze dell’Ordine parlano di un “pesce grosso” fermato.

bruxelles schaerbeek

14.58 – L’arresto odierno è legato a quello compiuto ieri a Parigi del trentaquattrenne Reda Kriket nella cui casa sono state trovate armi pesanti ed esplosivo per un attentato in avanzata fase di preparazione.

14.55 – Gli agenti confermano che l’uomo fermato “aveva con sé una grande valigia”

14.53 – L’uomo è stato arrestato e le autorità confermano che si tratta di un soggetto legato agli attentati di Bruxelles. Ora è in azione un robot anti-esplosivo. Le altre esplosioni, conferma il sindaco di Schaerbeek, sono frutto dell’azione degli artificieri.

BELGIO SCHAERBEEK, IL SOSPETTO BLOCCATO A UNA FERMATA DEL BUS?

I testimoni hanno riferito di colpi d’arma da fuoco uditi dalla zona interessata. Secondo gli agenti l’uomo neutralizzato è legato a un attentato programmato per la giornata del 24 marzo a Parigi, attacco sventato dalla Polizia. L’uomo neutralizzato sarebbe vivo e sarebbe stato bloccato a una fermata dell’autobus. Sarebbe però stato ferito alle gambe dopo che avrebbe tentato di scappare opponendo resistenza l’avvertimento degli agenti di fermarsi.

TAG: Belgio