Elezioni milano 2016
|

Elezioni Milano 2016: Patrizia Bedori rinuncia alla candidatura

“Sarò sicuramente in lista, ma faccio un passo di lato. È colpa dei mass media se sono ferita. Non sono una politica con la faccia di ‘tolla’. La macchina del fango è partita subito, il gossip ha preso il sopravvento su tutto. Adesso vedremo di trovare una soluzione”. È quanto dichiarato da Patrizia Bedori del M5S in merito alla sua candidatura a sindaca per le comunali milanesi, ormai possibilità remota dopo gli ultimi sviluppi. “Qualcuno mi ha detto di andare avanti, ma non voglio fare i nomi di chi mi ha incoraggiata”. Patrizia Bedori ha insomma confermato che non correrà come candidata sindaco di Milano per le Elezioni Milano 2016 per il Movimento 5 Stelle. Lo ha fatto durante una riunione con gli attivisti locali. “Io ho capito che non sono tagliata per farlo”, avrebbe detto fra l’altro l’esponente 5 Stelle nel suo discorso, seguito alle indiscrezioni di ieri. Bedori, 52 anni, casalinga, si e’ detta comunque ancora a disposizione del Movimento, che ora dovra’ decidere ufficialmente come individuare il nuovo candidato sindaco di Milano.

PATRIZIA BEDORI CANDIDATA 5 STELLE A MILANO

“È una decisione mia e intima. Ora stiamo cercando una sintesi con il Movimento, e stiamo ancora valutando cosa succederà. Ripeto che nessuno mi ha chiesto di fare un passo indietro, e non sapevo niente della riunione di Casaleggio & associati di venerdì”, ha aggiunto Bedori. “Sono una cittadina prestata alla politica, non una persona attaccata alla poltrona. Non reggo la pressione mediatica: ho il dono del l’ascolto e della sintesi”, ha spiegato. “C’è una tensione pazzesca dei mass media che è difficile reggere per un cittadino comune come me. Io soffro ogni volta che devo rilasciare un’intervista. Ognuno deve capire come dare il suo meglio per fare il bene per il Movimento. Io ho capito di non essere tagliata per fare questo”. È quanto dichiarato, in un video pubblicato su Corriere.it, da Patrizia Bedori del M5s, in merito alla sua candidatura a sindaco di Milano, durante la riunione a porte chiuse del Movimento in corso in via Barilli a Milano.