Pierluigi Bersani: «D’Alema? Disagio c’è, ma noi vogliamo restare nel Pd» | VIDEO

di Alberto Sofia | 12/03/2016

Pierluigi Bersani

Soltanto il disagio è condiviso, non la tentazione della scissione. Da San Martino in campo, alla convention della minoranza demPierluigi Bersani chiude le porte allo strappo evocato da Massimo D’Alema: «Le parole di D’Alema? La risposta l’abbiamo data: qui nessuno vuole uscire dal PD. Il disagio è condiviso, ma noi abbiamo una certa idea di come rispondere a questo disagio. L’avete sentita». Tradotto, costruire l’alternativa dentro il partito, con l’investitura vicina di Roberto Speranza per il Congresso futuro.

GUARDA L’INTERVISTA DI PIERLUIGI BERSANI

Leggi anche: La minoranza Pd di Bersani e Speranza non segue D’Alema

PIERLUIGI BERSANI: «REFERENDUM? PROBLEMA MIX CON ITALICUM»

L’ex segretario ha attaccato poi sull’Italicum e sul combinato disposto con le riforme costituzionali, in vista del referendum confermativo di ottobre: «Il mio giudizio sull’Italicum non è di oggi, è della prima ora. Penso che in una società complessa non puoi mettere una camicia di forza all’elettorato. La governabilità va messa in equilibrio con la rappresentanza: i rappresentanti devono rappresentare, non ubbidire». Ma sul rischio che la sinistra dem possa non votare il referendum costituzionale se non arriveranno modifiche alla legge elettorale, Bersani ha avvertito: «Il combinato disposto non offre un bel risultato ma il problema prima di tutto è la legge elettorale».