Commissario Montalbano, la nuova Livia non piace alla rete

di Redazione | 02/03/2016

Commissario Montalbano

Il Commissario Montalbano è tornato per due episodi. Il primo è andato in onda lunedì 29 febbraio, dando appuntamento al prossimo 7 marzo. La trasposizione televisiva dei romanzi di Andrea Camilleri continua ad appassionare gli italiani registrando uno share del 39.06%, ma i 10.862.000 spettatori non hanno accolto benissimo la “nuova Livia”. Sonia Bergamasco infatti, ha raccolto l’eredità di Livia Burlando, storica fidanzata di Montalbano e ruolo che fu di Katharina Böhm prima e di Lina Perned poi. Di lei Riccardo Bocca sull’Espresso scrive:

La si è presentata, in sintesi, come un innesto di qualità nella planimetria della fiction camillerica, spalla preziosa per Zingaretti e per la dialettica sentimentale dello sbirro Salvo.
Solo che fin da subito si è colto un errore di valutazione e collocazione.
Nel senso che tutto, nel contesto pittorico dei gialli di Raiuno, ha le tinte tonde e esplicite del tradizionale, mentre Livia-Bergamasco è portatrice di un presunto nuovo fuori misura e funzionalità.
Non abbastanza erotica per incarnare l’immaginario maschile antico, ingombra al contrario la scena (oltre che l’attenzione) con la grammatica impropria di una magrezza chic aggravata dal peso di una recitazione ornellavanonica.
Al punto che invece di entrare nella parte e nel gioco (che è quello d’essere il contrappunto petulante e seduttivo di Montalbano), esonda con un manierismo che obbliga il pubblico a sussurrare un perplesso:
«Ma questa signora, scusate, che cosa vuole?».

E la rete sembra essere d’accordo: