negozi chiusi festivi
|

Saldi invernali 2016 Roma: nessuno rispetta le date e partono prima

Saldi invernali 2016: ci sono le date ma nessuno le rispetta. Ecco cosa racconta il Messaggero

SALDI INVERNALI 2016, I CONTROLLI CHE NON CI SONO

Per i Saldi invernali 2016, che dovrebbero partire il 5 gennaio in quasi tutte le regioni, è già caos a Roma

Accorrete gente, l’occasione è a portata di mano. Mancano appena dieci giorni all’apertura ufficiale dei saldi invernali eppure, due negozi su tre hanno già iniziato da settimane a promuovere le svendite di stagione.

Il motivo? Certo un Natale sotto tono nelle vendite,

Complice un Natale che non ha portato i risultati sperati sulle vendite, con i consumi in lieve calo rispetto al trend nazionale, i commercianti della Capitale si sono sentiti in diritto di eludere le regole come quelle che vietano qualsiasi tipo di promozione nei trenta giorni che precedono l’inizio dei saldi.

E perchè? Semplice

«finché i controlli non saranno effettuati – chiosa il presidente della Confcommercio, Rosario Cerra – l’illegalità continuerà a diffondersi» […] a far di conto, i negozi già in clima di saldi invernali, a detta della Confesercenti, sono il 35% in più rispetto a quelli del 2014. «Il fenomeno è ormai incontrollabile – prosegue Giammaria – su un montante di circa 60mila attività commerciali più del 70% va alla ricerca di clienti promuovendo ribassi fuori legge».

E come sempre i controlli o non ci sono oppure…

Le associazioni di settore lamentano una scarsità sui controlli che, di fatto, oltre a permettere il dilagare del fenomeno, colpisce anche quei pochi commercianti onesti. Le contravvenzioni – queste sconosciute – potrebbero essere applicate e sarebbero anche salate: tra i mille e i 3mila euro, con l’aggravante della chiusura dell’attività commerciale dai 3 ai 20 giorni, per chi applica i saldi fuori dal periodo consentito. Ma nessuno le eleva.