riforma costituzionale
|

Le lunghe ferie di Natale dei parlamentari italiani

Come non bastasse il ponte lungo” dell’Immacolata, con lo stop di dieci giorni tra il 4 e il 14 dicembre, da mercoledì 23 inizierà per i parlamentari italiani un’altra “generosa” pausa dai lavori d’Aula, in coincidenza delle festività natalizie e del nuovo anno.

Al Senato tra gli ultimi atti ci saranno la fiducia e la definitiva approvazione della legge di stabilità, al quale seguirà il voto sulla riforma Rai. Palazzo Madama ha bocciato la proposta del senatore di Forza Italia, Antonio D’Alì, di posticipare la votazione fine alla ripresa dei lavori parlamentari. Poi, però, sarà “libera tutti“. E non certo per pochi giorni. Se infatti gli studenti italiani, come ha ricordato con un servizio di Roberto Tallei su SkyTg24, torneranno a scuola già il 7 gennaio, subito dopo l’Epifania, le vacanze di deputati e senatori saranno ben più lunghe.

Il 7, infatti, è giovedì. E, calendario alla mano, in Aula non si tornerà prima dell’11 gennaio alla Camera dei deputati e il 12 al Senato.

Video-Photocredit: SkyTg24

LE FERIE LUNGHE DEI PARLAMENTARI ITALIANI

Lo scorso anno, invece, per deputati e senatori il rientro era stato anticipato: il 5 a Montecitorio, il 7 a Palazzo Madama. Eppure i lavori non mancheranno al ritorno dalle vacanze. Chiusa dopo un anno e mezzo la questione Consulta (con l’elezione di Barbera, Modugno e Prosperetti alla Corte Costituzionale, ndr) e pronta per essere approvata definitivamente la legge di Stabilità, c’è a Montecitorio il passaggio importante del disegno di legge Boschi sulle riforme costituzionali. Ma non solo: attendono un via libera dei deputati anche il decreto Ilva e  quello Giubileo. Senza dimenticare come il 19 ci sia già in programma la mozione di sfiducia al governo presentata dal centrodestra. E al Senato? Nell’agenda c’è il tema – a dir poco spinoso per il governo – delle Unioni Civili, così come il codice appalti e la legge quadro sulle missioni internazionali.

FERIE PARLAMENTARI

FERIE, TRA STRASBURGO E BRUXELLES 33 GIORNI DI PAUSA

Ma se in Italia i parlamentari italiani non rientreranno prima dell’11 gennaio, tra Bruxelles e Strasburgo le ferie – tranne qualche commissione –  saranno ancora più lunghe: l’ultima seduta è stata il 15 dicembre, la prossima sarà il 18 gennaio. Ben 33 giorni di pausa. Più di un mese di un vacanza.