Elezioni Milano 2016, idea Stefano Parisi per il centrodestra

di Redazione | 16/12/2015

Dimenticate i proclami sulle primarie di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. L’unica certezza è il ritorno dei vertici di Arcore con Silvio Berlusconi per decidere, nel segreto delle stanze, i candidati di centrodestra per le amministrative per le elezioni 2016. Tutto il resto è ancora un’incognita: come il nome da lanciare a Milano per le amministrative. I sondaggi su Alessandro Sallusti non convincono, il Cav, il segretario del Carroccio e la leader di Fdi-An sono alla ricerca di un’alternativa.

elezioni amministrative 2016 centrodestra candidati civici

ELEZIONI MILANO 2016, L’INCOGNITA DELLE CANDIDATURE –

Quello di Arcore è stato ancora un incontro interlocutorio. Da Forza Italia però, dopo il risultato del secondo turno delle regionali francesi, sono tornati a rivendicare lo slogan “uniti si vince“. E c’è chi è convinto che l’opa leghista sia stata frenata. Non è un caso che lo stesso Giovanni Toti, consigliere politico del Cav e governatore ligure, si spinga fino ad azzardare: «Ora è come dopo il congresso di Vienna. C’è stata una Restaurazione. Tutti dobbiamo prenderne atto». Un messaggio allo stesso Salvini.

ELEZIONI MILANO 2016, LA “CARTA” STEFANO PARISI –

Sui candidati, però, il centrodestra fa fatica a trovare nomi spendibili. Soprattutto a Milano: ieri, come ha svelato il Corriere della Sera, da Fi era stato però evocato il nome di Stefano Parisi, ex amministratore delegato Fastweb:

«Già titolare di svariati incarichi da super tecnico governativo sia con Prodi che con Berlusconi premier, oggi guida Chili, la piattaforma di film e serie pay per view. Ma attenzione. Chi suggerisce il nome del manager, precisa anche che «è tutt’altro che detto che all’interessato qualcuno lo abbia già chiesto»

Tradotto, ancora è soltanto poco più di una suggestione. Così come non mancano le incognite tra Torino e Bologna, dove restano in corsa le ipotesi di Osvaldo Napoli e Alberto Morano sotto la Mole, e di Lucia Borgonzoni nel capoluogo emiliano-romagnolo.