Al Bano e Ylenia Carrisi
|

Ylenia Carrisi, non è suo il cadavere trovato a Palm Beach

Non appartiene ad Ylenia Carrisi il cadavere trovato a Palm Beach in Florida e per il quale era stato prelevato il dna a papà Al Bano. A confermarlo (ne parla il sito del settimanale Oggi) è stato lo sceriffo che sta seguendo il caso. Nelle ultime settimane si pensava fosse arrivato il momento della svolta definitiva nella vicenda della scomparsa della figlia di Al Bano e Romina Power, avvenuta 22 anni fa negli Stati Uniti, a New Orleans.

 

LEGGI ANCHE: Al Bano: trovata Ylenia Carrisi?

 

YLENIA CARRISI, TEST DEL DNA SMENTISCE IL RITROVAMENTO –

La conferma definitiva che il cadavere non è quello di Ylenia è arrivata dallo sceriffo Dennis Haley. Si pensava che la ragazza fosse rimasta vittima di un serial killer. Circa 19 anni fa un camionista confessò di aver ucciso Ylenia dopo averle dato un passaggio. In seguito alla confessione dell’uomo, Keith Hunter Jesperson, arrestato nel 1996, fu poi ritrovato il cadavere di una ragazza a Palm Beach. Che ilt est odierno conferma che non è quello della figlia di Al Bano. «Il Dna della famiglia Carrisi non ha corrispondenze», ha scritto Haley. «Continueremo a indagare, sperando di poter identificare quel cadavere».

(Foto di copertina da archivio Ansa)