La Statua della Libertà ha origini arabe

di Redazione | 03/12/2015

Statua della libertà

La Statua della Libertà

ha origini arabe. Il suo creatore, il francese Frédéric-Auguste Bartholdi, si era ispirato all’immagine di una contadina egiziana per creare quello che è diventato uno dei monumenti più famosi del mondo. Originariamente pensata per essere collocata in Egitto, la Statua della Libertà è stata regalata dalla Francia agli Stati Uniti, che l’hanno posizionata nella baia di Manhattan, a New York City.

STATUA DELLA LIBERTÀ STORIA

L’istituto Smithsonian ha chiarito le origini della Statua della Libertà, il monumento simbolo della città di New York così come di tutti gli Stati Uniti, divenuto celeberrimo nel mondo all’epoca delle migrazioni di massa di fine ottocento. Molte decine di anni fa gli europei che raggiungevano via mare gli Stati Uniti erano accolti dall’immagine della Statua della Libertà, diventata da allora simbolo del Paese. Benchè il monumento sia stato donato dalla Francia nel 1886 per celebrare l’amicizia tra i due Paesi e cento anni della indipendenza americana, la Statua della Libertà si ispira al mondo arabo. La struttura, disegnata da Alexandre-Gustave Eiffel, l’ingegnere che ha progettato la celebre torre di Parigi, si è sviluppata sul disegno dello scultore francese Frédéric-Auguste Bartholdi.

LEGGI ANCHE

La Statua della libertà si ribella allo shutdown

STATUA DELLA LIBERTÀ SIGNIFICATO

– Frédéric-Auguste Bartholdi , affascinato dai templi egiziani di Abu Simbel, aveva progettato un faro da collocare all’ingresso del canale di Suez, nella città di Porto Said. Bartholdi voleva creare un’opera che fosse una versione moderna del Colosso di Rodi, e che simboleggiasse l’Egitto, nella figura di una fellah, una contadina araba. Lo scultore francese aveva contatto il Pascia d’Egitto per realizzare l’opera, ma viste le enormi spese effettuate dal Paese africano per realizzare il canale il monumento di Bartholdi non riscontrò interesse. La statua, inizialmente chiamata “L’Egitto che porta la luce verso l’Asia” è stata poi trasformata in un monumento alla libertà, anche se la figura della donna è rimasta legata all’immagine della contadina egiziana. La struttura, creata da Eiffel, è stata inviata dal governo francese agli Stati Uniti nel 1883. La sua costruzione è iniziata l’anno successivo, e l’inaugurazione è stata effettuata nel 1886, in occasione del centesimo anniversario dell’indipendenza degli Stati Uniti.

Photo credit: Kena Betancur/Getty Images