Papa Francesco e il suo primo viaggio in Africa: «Il terrorismo si alimenta con paura e povertà»

di Redazione | 25/11/2015

papa francesco africa

Il Pontefice è atterrato alle 14:40 (ora Italiana) in Kenia per il suo primo viaggio in Africa. “Mungu Abariki Kenya! Che Dio benedica il Kenya!”, ha twittato Bergoglio prima del suo arrivo.

«Violenza, conflitto e terrorismo si alimentano con paura e disperazione che nascono da povertà e frustrazione», ha affermato il Pontefice. «La lotta contro questi nemici della pace e della prosperità deve essere portata avanti da uomini e donne che, senza paura, credono nei grandi valori spirituali e politici che hanno ispirato la nascita del Kenya», ha sottolineato.

Fintanto che le nostre società sperimenteranno le divisioni, siano esse etniche, religiose o economiche tutti gli uomini e le donne di buona volontà sono chiamati a operare per la riconciliazione e la pace, per il perdono e la guarigione dei cuori. Nell’opera di costruzione di un solido ordine democratico, di rafforzamento della coesione e dell’integrazione, della tolleranza e del rispetto per gli altri il perseguimento del bene comune deve essere un obiettivo primario

LEGGI ANCHE: Cos’è il Giubileo: tutto quello che bisogna sapere

PAPA FRANCESCO IN AFRICA: TUTTE LE TAPPE

– Dopo il Kenya, il Pontefice proseguirà in Uganda e nella Repubblica Centrafricana. A Bangui il Papa aprirà la prima porta santa del Giubileo della Misericordia, in anticipo sull’apertura ufficiale prevista l’8 dicembre.

(Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)