Emendamento canguro, Cociancich si difende in Aula: «Già votato con l’opposizione»

di Redazione | 02/10/2015

emendamento canguro roberto cociancich

A Palazzo Madama non si placano le polemiche per l cosiddetto ‘emendamento canguro‘ presentato dal senatore PD Roberto Cociancich, il quale, sollecitato ad intervenire, in Aula stamattina ha ricordato di averne anche firmati altri con l’identitco contenuto con l’appoggio dell’opposizione.

 

LEGGI ANCHE: Guerini: «I 72 milioni di emendamenti di Calderoli una forma di ricatto per ottenere altro»

 

EMENDAMENTO CANGURO, OPPOSIZIONE CONTRO COCIANCICH: «ORA PRENDA LA PAROLA IN AULA»

Da piu’ parti dell’emiciclo stamattina a Palazzo Madama era arrivato l’invito a Cociancich a prendere la parola per assicurare che l’emendamento presentato al ddl Boschi fosse davvero suo. «Si alzi ora e prenda la parola, ora!», ha gridato in aula il senatore M5S Nicola Morra. E un analogo appello veniva fatto dal senatore della Lega Nord Stefano Candiani. L’emendamento Cociancich, votato ieri mattina con 177 voti a favore, ha fatto decadere tutti gli altri emendamenti all’articolo 1 del disegno di legge di riforma costituzionale. Si è passati dunque al cuore del ddl, l’articolo 2, per il quale il presidente del Senato Pietro Grasso aveva accolto emendamenti solo a un comma.

EMENDAMENTO CANGURO, COCIANCICH: «GIÀ VOTATI ALTRI IDENTICI CON L’OPPOSIZIONE»

«Assumo la paternità totale di questo emendamento, e – è stata la risposta di Cociancich – vorrei precisare che ne ho presentati anche altri con lo stesso contenuto, ottenendo anche l’appoggio e la firma di colleghi dell’opposizione». «Ho evitato di prendere la parola finora per una forma di rispetto, perché per me la parola del presidente del Senato vale più di ogni altra cosa. Ma io ho presentato emendamenti analoghi anche nella prima lettura, tutto si può dire tranne che non ne sia l’autore», ha poi aggiunto il senatore Pd.

(Foto di copertina: ANSA / GIUSEPPE LAMI)