INTER-MILAN 1-0, Guarin regala derby e primo posto ai nerazzurri, Mancini a punteggio pieno

di Boris Sollazzo | 13/09/2015

Inter-Milan diretta

INTER-MILAN DIRETTA LIVE –

INTER-MILAN 1-0 RISULTATO FINALE – Partita gagliarda, Inter che ha avuto le occasioni più pericolose e che ha saputo difendersi bene, Milan che sembra assomigliare di più a Mihajlovic ma che sembra avere problemi a centrocampo: senza Kucka, forse il migliore, si spegne la luce e solo l’ingresso di Balotelli – un palo e una grandissima occasione – riesce estemporaneamente a far paura ai padroni di casa. L’Inter è la più solida e propositiva vista in quest’inizio stagione, molto cinica e poco perforabile dietro. Bene Medel dietro, ottimo l’esordio di Perisic, decisivo Guarin anche oltre il gol. E Mancini si conferma bravo e soprattutto fortunato.

95′- Finita! Inter a punteggio pieno!

94′- Buon cross di Balotelli, liberato, verso Bonaventura al limite. Controllo lento, collo pieno, palla alta.

93′- Balotelli e Cerci provano le ultime fiammate, ma ora sembrano esauste le due squadre.

90′- Cinque minuti di recupero, decisi proprio mentre Bonaventura tenta un tiro da lunga distanza. Velleitario.

89′– Fallo in attacco, un cross pericoloso deviato di pugno da Handanovic e che aveva fatto paura agli interisti, era irregolare.

86′– Milan che avanza ancora sui nervi e nella speranza di una magia di Balotelli. Ma il meglio del suo arrembaggio sembra alle spalle.

83′– Mancini si difende: fuori Perisic, in preda ai campi, dentro Ranocchia.

81′– Ancora Balotelli! Punizione da 30 metri decentrata, tiro splendido, che rimbalza prima dell’area piccola, sembra destinato all’angolino, miracolo di Handanovic che manda in angolo.

80′- Cerci indottrinato da Sinisa, il serbo sta preparando un 4-3-3. Mentre sta per entrare Guarin e Balotelli litigano. Icardi e Romagnoli a far da pacieri. Esce Honda, per Cerci appunto.

77′- Grande Mario Balotelli, si libera di grinta e classe e da 30 metri fa partire un gran tiro. Handanovic superato, ma la sfera si stampa sul palo. Mihajlovic prende a calci una borraccia, SuperMario si dispera, Barbara Berlusconi e Adriano Galliani sono inconsolabili.

76′- Felipe Melo esausto e dolorante. Chiede il cambio, supportato dai compagni, ma Mancini e Silvinho gli chiedono di stringere i denti. Si scalda Ranocchia intanto. Potrebbe entrare al posto suo e far tornare un ottimo Medel a centrocampo.

74′- Balotelli sulla sinistra sfonda in area, salta due avversari, poi altruista come non ce lo ricordavamo mette in mezzo per Luz Adriano. Anticipato da Telles in angolo, Telles che rischia l’autorete. Panico, ma ancora Inter in vantaggio.

71′- Entra Poli per Kucka, applauditissimo, e Palacio per Jovetic. Idem.

69′- Icardi su cross di Santon in tuffo. Pericolosissimo, Abate mette in corner.

66′- Esce Juan Jesus, in barella, entra Telles, all’esordio. Primo cambio per l’Inter. Non prima di aver fatto ammonire Kucka.

63′- Balotelli accolto da fischi e da cori ingiuriosi dei tifosi nerazzurri (Balotelli figlio di p…), si libera di Felipe Melo che lo atterra. I due discutono, giallo per quest’ultimo.

61′- Esce Carlos Bacca, entra Mario Balotelli. Subito batte una punizione pericolosissima, su cui sfiora Abate e Luiz Adriano non ribadisce in rete per un nonnulla.

57′- Che storie che scrive il calcio! Kondogbia perde la testa, sbaglia tutto, si fa raddoppiare, poi decide per un demenziale passaggio ad Handanovic che sbaglia il rinvio, ancora Kondogbia che scarica male su Medel, che con lucidità libera per Juan Jesus. Milan che su questi errori alza il baricentro e il brasiliano passa a Guarin. Discesa irresistibile, Icardi si allarga e porta via due avversari, il colombiano, da mesi sulla lista di sbarco, da 25 metri fa partire un siluro. Nulla da fare per Diego Lopez, la specialità di Fredy finisce nell’angolo alla destra del numero uno milanista. 1-0! Da un errore, il capolavoro.

55′– Perisic, doppio passo sulla sinistra, si libera e cross perfetto per Guarin. Colpo di testa, debole per l’opposizione di Zapata, Diego Lopez leva la palla dall’incrocio con un ottimo intervento.

52′- Bacca lotta in area, tiene il pallone, serve Montolivo, tiro, deviazione di Juan Jesus, la palla va in angolo passando a un metro da Honda. Era solo il giapponese.

50′- Che spreco! Diego Lopez, pressato, si fa raddoppiare e rinvia malissimo. Palla a Jovetic che si scaglia verso la porta e forse perde l’attimo per saervire Icardi, che aveva provocato con il suo pressing, l’errore del numero uno rossonero. Ma decide, l’ex viola, per un’azione personale e grazia il Milan.

48′- Non sembra cambiato lo spartito del match. Inter più manovriera, Milan più elastico. Ma entrambe pericolose.

46′- Ripartiti. E Balotelli, il grande ex, si alza dalla panchina insieme a Poli e comincia a scaldarsi.

21.47- Le squadre nei corridoi dei sotterranei di San Siro stanno per tornare in campo. I primi 45 minuti ci dicono che questo derby è ancora (di più) da tripla. Ottime entrambe le squadre.

45’+1′- Finisce il primo tempo, proprio su una magia di Jovetic che libera solo davanti al portiere Maurito Icardi. Ottima la scelta di tempo, ma l’italo-argentino non dà forza al suo diagonale. E soprattutto Diego Lopez, arpionando il pallone con il piede sinistro, fa un miracolo.

45′- Un minuto di recupero.

43′- Juan Jesus recupera palla, lancia Kondogbia, che dà a Guarin. In tre passaggi, 60 metri. Il colombiano allarga per Icardi, che tenta la girata violenta. Murato da Romagnoli, perfetto come il compagno di reparto Zapata, finora.

41′- Intervento duro di Honda in tackle su Jovetic. Prende netto il pallone, ma Rocchi punisce la pericolosità del gesto atletico. Giallo esagerato per il fantasista nipponico.

40′ – Inter e Milan, rispetto allo scorso anno, sembrano aver registrato le squadre sia a livello tattico sia a livello caratteriale. Ne è uscito, da tutto ciò, un primo tempo maschio e pieno di agonismo, con qualche buona occasione da entrambe le parti.

37′– Kucka tra i migliori in campo, salta con tecnica e forza Juan Jesus, che lo sgambetta, vistosi superato. Ammonito il brasiliano, parità anche tra i gialli ora.

36′– Romagnoli duro su Jovetic. L’ex Roma e Samp sta mettendo in atto una marcatura molto stretta sull’ex campioncino viola.

33′- Jovetic, Icardi e Perisic sembrano capirsi bene, ma grazie alla difesa del Milan sono costretti a dialogare lontano dalla porta e così a essere meno pericolosi.

31′- Ancora un tiro di Honda, para a terra sul palo alla sua sinistra Handanovic.

28′- Fasi di studio, le squadre riprendono fiato dopo un inizio decisamente combattivo.

25′- L’Inter di nuovo all’arrembaggio. E grazie a Perisic che sulla trequarti si libera palla al piede, fa una frenata e libera Guarin in area sulla destra. Il portoghese prova a controllare, ma la palla gli rimane troppo tra i piedi, tira in ritardo: angolo, per la deviazione di De Sciglio.

22′- Magia di Jovetic che completamente solo salta secco Abate che lo abbatte. Giallo per il milanista.

21′– Il Milan di Mihajlovic alza un po’ il baricentro. Honda batte la punizione provocata da un grintosissimo Felipe Melo, ma anche i rossoneri non si fanno valere sulle palle alte in area.

18′- L’Inter domina ma non sorpassa la linea degli ultimi 20 metri. Il Milan contiene bene, impedisce penetrazioni e cross ed è pericoloso con le sue due frecce in contropiede.

15′- Honda al tiro, la San Siro nerazzurra trema, ma nulla di fatto.

13′- Fiammata rossonera: prima Bacca prova l’affondo e Medel libera male, poi sulla destra Kucka ubriaca Perisic che rischia il rigore, e crossa basso per Luiz Adriano. Murillo salva alla disperata, Milan pericolosissimo.

12′– Milan sempre sull’avversario, anche se spesso non prende il pallone ma un calciatore nerazzurro.

10′ – Kucka zoppica e Poli si riscalda. Nel frattempo crescono Kondogbia e Perisic.

7′- Lanciato alla grande Luiz Adriano, difesa nerazzurra altissima. Il brasiliano entra in area e prova il tiro a incrociare, marcato da Medel. Davvero pericoloso, ma palla alta.

4′- Milan falloso e grintoso, Inter molto propositiva e il pubblico sembra apprezare. Jovetic ha la prima occasione: tiro da 25 metri a fil di palo.

20.46- Parte l’Inter che attacca da sinistra verso destra, ma il Milan recupera subito palla!

20.44– Nessuna grande sorpresa nelle due formazioni.

Centosessantatre. Il derby di Milano, che un tempo valse addirittura una finale Champions, arriva in campionato a una cifra ragguardevole. Sessanta vittorie per l’Inter, 50 per il Milan, 52 pareggi, il bilancio piuttosto equilirato. Mancini e Mihajilovic ne hanno giocati molti, in campo e in panca: ma sempre in nerazzurro.

InterMilanConferenzaStampa

L’arbitro Rocchi ha una sola stracittadina meneghina alle spalle, nel 2010: c’era ancora Mourinho e vennero espulsi due nerazzurri. Se questa statistica potrebbe preoccupare i tifosi della Beneamata, quelle tecniche potrebbero inquietare quelli del Diavolo: l’Inter è la squadra che ha subito meno tiri in porta, il Milan quella che ne ha fatti di meno. Handanovic dovrebbe tranquillizzarsi, quindi.

INTER-MILAN DIRETTA STREAMING

(Foto profilo facebook Inter e Milan)