Attentato al Cairo, colpito il palazzo della Sicurezza

di Redazione | 20/08/2015

Egitto: esplosioni nella notte al Cairo, nel settore nord della città. Secondo quanto si apprende le esplosioni sarebbero avvenute intorno alle due del mattino, e avrebbero colpito due edifici pubblici: il palazzo della Sicurezza e un tribunale. Ci sarebbero almeno 27 feriti, tra cui sei agenti di guardia.

LA RIVENDICAZIONE DELL’ISIS-

L’attentato, spiega il Corriere della Sera, sarebbe stato compiuto con un autobomba: un uomo alla guida di un’auto l’avrebbe improvvisamente abbandonata davanti all’edificio per poi fuggire a bordo di una motocicletta che seguiva il veicolo. Tutto ciò accade  all’indomani dell’entrata in vigore di una legge contro il terrorismo che attribuisce più poteri alla polizia. Il gesto è stato rivendicato inizialmente su Facebook da un gruppo di Black Bloc egiziani, con un breve messaggio che si conclude con la frase «Rivoluzione in corso». Rivendicazione molto dubbia alla quale è seguita quella forse più credibile di Wilayah Sinai, il franchising locale dell’ISIS.