L’alleanza (non tanto) segreta tra M5S e Lega Nord

di Redazione | 20/06/2015

Matteo Salvini

Luigi Bisignani sul Tempo parla di un’alleanza “segreta” tra M5S e Lega. Un’ipotesi che sembra più l’auspicio di qualche stratega che gioca a costruire scenari graditi che una cronaca con qualche appiglio nella realtà, ma pur sempre un’ipotesi capace di solleticare il sentimento di rivincita di una destra che appare annichilita da Renzi.

Beppe Grillo
(ANDREAS SOLARO,ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

 

UN’ALLEANZA POPULISTA CHE PESCA NELLO SCONTENTO –

“Prende corpo un nuovo soggetto politico che può sparigliare il quadro, l’alleanza tra la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle. Un progetto che nasce dal basso e non, per intenderci, di Salvini e Grillo, ma tra quei parlamentari della Lega e del M5S che stanno raggiungendo significative convergenze di programma nel Parlamento italiano ed in quello Europeo e che si sentono pronti per governare il Paese”.

E’ quanto scrive dalle colonne del quotidiano ‘Il Tempo’ Luigi Bisignani.

“I sondaggi riservati – scrive sempre Bisignani – commissionati a Nicola Piepoli (legge elettorale e vincolo di coalizione) confermano che il bacino di utenza a cui si rivolgono e’ enorme e potrebbe, unito, ‘sfondare’ su temi che fanno breccia sullo stremato elettorato sia di destra che di sinistra.

I PARLAMENTARI DI M5S E LEGA BALLANO DA SOLI –

«L’anticasta, l’immigrazione, Equitalia e un ripensamento dell’euro e dell’Europa. Questi i punti fondamentali su cui sta prendendo forma l’intesa. Matteo Salvini e Beppe Grillo – prosegue Bisignani sul Tempo – ancora non si sono visti ma i loro parlamentari stanno costruendo una tela, sicuri come sono che è l’unica possibilità per diventare alternativi a quel fu 40% di Matteo Renzi e del PD, E Berlusconi? Il Cavaliere non viene nemmeno considerato come un soggetto da interpellare».

LEGGI ANCHE: Il tweet di Beppe Grillo su topi, spazzatura e clandestini che fa arrabbiare tutti

TAG: M5S