La ex: «Ricucci mi ha picchiata perché ero a cena con il figlio» «Falso, la denuncio»

di Redazione | 26/05/2015

Patrizia Bonetti Instagram

«Ero uscita a cena con Edoardo e altri amici, poi siamo andati a casa. Stefano è arrivato, mi ha presa a sberle e ha portato via il figlio». Chi parla è Patrizia Bonetti, modella bolognese di 20 anni, che all’alba di un paio di giorni fa chiama le forze dell’ordine e accusa il suo ex fidanzato di averla picchiata: Stefano è l’immobiliarista Stefano Ricucci, Edoardo è il figlio 22enne. Un caso destinato a far discutere: Ricucci – passato alle cronache per le fallite scalate a Bnl e al gruppo Rcs – è infatti intervenuto smentendo la ricostruzione fatta dalla sua ex compagna. «È gravissimo ciò che racconta, la denuncio per calunnia. È malata di protagonismo: l’ho lasciata il 15 marzo, ci frequentavamo da meno di tre mesi e mi ero reso conto che è una ragazza che cerca solo notorietà. Sabato sera l’ho incontrata per caso durante un aperitivo a Roma, era con alcuni miei conoscenti e ho acconsentito che venissero a cena con noi» – spiega Ricucci a TgCom24 la sua versione dei fatti- «Verso le 2.30 hanno trovato Patrizia ubriaca distesa su un divanetto. Hanno chiesto a Edoardo di accompagnarla in macchina a casa di un conoscente a via Boncompagni e così ha fatto. Nessuna aggressione, non ho mai fatto del male a nessuno nella mia vita: intorno alle 4 ho provato a chiamare mio figlio ma il suo cellulare era spento, così sono andato di persona. Lei si è affacciata con una birra in una mano e la sigaretta nell’altra, non aveva lividi né altro. Non sono mai neppure salito per le scale».

LEGGI ANCHE «Belen si è arrabbiata per la copertina di Chi su lei e Stefano»

Stefano Ricucci
Tullio M. Puglia/Getty Images Entertainment