Le dieci specie animali più strane del 2015

di Redazione | 22/05/2015

specie-animali-più-strane

Le specie degli animali sono stimate in almeno due milioni dagli scienziati. Ogni anno vengono scoperte nuove specie, che mostrano l’incredibile molteplicità della natura. Ecco la “Top Ten” delle specie più curiose scoperte nel 2015 selezionata dall’istituto International Institute for Species Exploration dell’Environmental Science and Forestry (Esf) tra le oltre ventimila scoperte ogni anno.

SPECIE ANIMALI PIU’ STRANE

    • Torquigener albomaculosus (Giappone) – Il pesce Torquigener albomaculosus vive nei mari del Giappone, ha una dimensione di circa e metri, e il maschio di questa specie è capace di disegnare dei cerchi per far deporre le uova alle femmine.
    • Phyllodesmium acanthorhinum (Giappone) – La lumaca di mare Phyllodesmium acanthorhinum è forse la più bella specie animale scoperta nel 2015. Lunga tra i 17 e i 28 millimetri, è una lumaca di mare multicolore, che permette di apprendere nuove informazioni sul particolare sistema digerente di questi animali.
    • Phryganistria tamdaoensis (Vietnam) – L’insetto Phryganistria tamdaoensis è stato scoperto con grande difficoltà dagli scienziati a causa della sua perfetta capacità di mimetizzarsi tra gli alberi. Lungo 25 centimetri, ricorda la figura di un ramo, e vive nel parco nazionale del Vietnam settentrionale Tam-Dao.
    • Cebrennus rechenbergi (Marocco) – Nel Marocco vive un ragno , Cebrennus rechenbergi, che in caso di pericolo fa capriole all’indietro come un ginnasta professionista quando deve fuggire, andando a una velocità doppia rispetto all’andatura normale.
    • Limnonectes larvaepartus (Indonesia) – Limnonectes larvaepartus è una rana che partorisce senza bisogno di esser inseminata dal maschio, a differenza delle rane finora conosciute. Questo animale è particolarmente piccolo, solo quattro centimetri, e vivono in una piccola isola indonesiana.

LEGGI ANCHE 

Naoto Matsumura, il guardiano degli animali di Fukushima

Gli animali Disney se fossero veri

  • Anzu wyliei (USA) – Tra le nuove specie elencate da Esf c’è anche una scomparsa da diversi milioni di anni. Anzu wyliei era un dinosauro che viveva ai tempi del Tyrannosauros rex, alto 3 metri e mezzo, pesante circa 300 chilogrammi e soprannominato il “pollo che viene dall’inferno” per le piume attorno agli arti e alla coda.
  • Balanophora coralliformis (Filippine) – Su una collina dell’isola Luzon delle Filippine esiste una pianta assimilabile a un tubero che assomiglia a un corallo. Esistono solo 50 esemplari di Balanophora coralliformis, che vivono in un’altezza compresa tra i 1500 e i 1700 metri, ed è una specie vegetale già considerata a rischio estinzione.
  • Tillandsia religiosa (Messico) – In Messico esisteva una pianta utilizzata in alcune zone per le decorazioni natalizie, ma finora sconosciuta agli scienziati. Tillandsia religiosa è stata catalogata nel 2015: è un pianta alta 1 metro e 50 centimetri, e vive sulle rocce. Cresce a un’altezza elevata, circa 2000 metri, e fiorisce tra dicembre e marzo.
  • Deuteragenia ossarium (Cina) – In Cina vive una vespa che costruisce una sorta di ossario per proteggere le sue uova. Più raramente sono poste formiche morte a difesa di questa particolare costruzione realizzata da Deuteragenia ossarium. Non è ancora però risolto il motivo di questa disposizione di cadaveri, visto che le formiche morte poi non vengono mangiate dalle larve.
  • Dendrogramma enigmatica (Australia) – Nelle profondità dei mari australiani, circa 1000 metri, vive un animale grande un centimetro che sembra un fungo. Il suo nome, enigmatica, evidenzia la difficoltà di classificazione tassonimica di questa specie animale.

Photocredit: Joe Raedle/Getty Images