|

L’inquietante leggenda di Azzurrina diventa un film

Una vecchia leggenda della Romagna diventa un docufilm inquietante.

LA LEGGENDA DI AZZURRINA –

Il film s’intitola Il Castello di Azzurrina, è diretto da Giacomo Franciosa, nipote del celebre attore Anthony Franciosa e dovrebbe uscire nelle sale a fine anno. La storia è quella di di Guendalina detta Azzurrina, la bimba albina che il 21 giugno del 1375 sparì misteriosamente mentre si trovava nel nevaio del Castello di Montebello in provincia di Rimini. Il mistero di Azzurrina diventa così il filo conduttore della storia che racconta di una coppia, che trascorre una notte per niente tranquilla al castello.

I MISTERI DI AZZURRINA –

Secondo quando riportato dal Fatto Quotidiano, durante le riprese sarebbero avvenuti anche alcuni inquietanti incidenti:

Durante le riprese molte testate locali hanno segnalato più volte strani infortuni sul set: prima il regista ha avuto un “inspiegabile” malore, poi l’attore Gianfranco Terrin, volto di Disney Channel, si è infortunato cadendo e battendo la fronte contro un grosso basamento del castello. Al Resto del Carlino di Rimini ha dichiarato che prima di cadere si è “come sentito sgambettato da qualcosa”, quando invece si trovava solo davanti alla macchina da presa.

A seguire le riprese di finzione durate tre settimane nella rocca dalla Valmarecchia c’era anche una troupe di sensitivi, parapsicologi e di esperti del suono che altri non sono che i componenti del Laboratorio interdisciplinare di ricerca biopsicocibernetica di Bologna, da tempo sulle presunte tracce di fantasmi in antichi manieri italiani. L’apporto del gruppo di esperti di paranormale ha permesso a Franciosa di girare un altrettanto atteso backstage del film.

Tutte queste competenze non hanno però contribuito a risolvere il mistero, il fantasma di Azzurrina è stato molto prudente e non si è fatto vedere dai cineasti limitandosi, se esiste, a qualche modesto e discreto dispetto.