|

William McNeilly, lo Snowden britannico che denuncia lo sfascio nucleare

Dopo aver pubblicato un lungo rapporto sul pietoso stato del deterrente nucleare britannico, William McNeilly è rientrato in Gran Bretagna e si è consegnato alla Royal Navy Police all’aeroporto di Edimburgo, da dove è stato trasferito in una caserma in Scozia.

William-McNeilly-Royal-Navy-ID                                                                                                                

PER LA ROYAL NAVY LA SICUREZZA È GARANTITA –

Un portavoce della Royal Navy ha affrontato le rivelazioni dicendo che il rapporto di McNeilly (Ora disponibile via Wikileaks) «contiene molte opinioni personali soggettive e indimostrate» e che , anche se a dire il vero la marina ha promesso un’inchiesta e il rapporto contiene una discreta serie di documenti e riferisce fatti già corroborati da altri dopo la sua uscita pubblica, come ad esempio lo scandaloso stato della sicurezza della base di Faslane, che ospita la flotta sottomarina nucleare. A Faslane McNeilly ha fatto un anno da marinaio in addestramento sui sottomarini, che quasi subito ha deciso di trasformare in un anno d’indagine, poi si è congedato. McNeillly ha diffuso documenti segreti e per questo rischia sicuramente una condanna, alla quale ha deciso di andare incontro apertamente pur di diffondere il suo rapporto, che contiene diversi rilievi portati inutilmente a conoscenza dei suoi superiori. «Non potrò fare niente dalla prigione, ora quel che succederà dipende dal governo e dall’opinione pubblica», ha scritto prima di consegnarsi alle autorità.

I SOTTOMARINI DI SUA MAESTÀ –

Il deterrente nucleare britannico ha la sua punta di lancia nei quattro sottomarini a propulsione nucleare della classe Vanguard, armati ciascuno con 16 missili Trident che hanno un raggio d’azione di oltre 11300 km e sono capaci di portare 2-4 testate. Potrebbero portarne fino a 10, ma il numero è stato ridotto per rispettare gli accordi START sulla riduzione degli armamenti. I sottomarini della Classe Vanguard  sono gli HMS Vanguard, Victorious, Vigilant e Vengeance e sono stati consegnati rispettivamente nel 1993, 1995, 1996 e 2000, costruiti sulla base di quelli americani della classe Ohio dalla Vickers Shipbuilding, poi divenuta la BAE System Submarine Solutions e hanno un’autonomia teorica che permetterebbe loro di compiere 40 giri del mondo con una carica dei reattori.

LA DENUNCIA DI WILLIAM MCNEILLY –

Una delle falle più clamorose denunciate da McNeilly è quella della sicurezza della base di Faslane, nella quale pare si entri facendo un cenno alle guardie e a volte neppure quello. All’ingresso bisognerebbe anche digitare un pin per aprire il cancello d’entrata, ma si è rotto e per più di un anno nessuno lo ha aggiustato. Il racconto di McNeilly dice che i pass sono facilmente falsificabili e che tanto non vale nemmeno la pena, un marinaio che aveva perso il suo entrava sventolando un cartoncino colorato. Con i marinai che possono entrare senza nemmeno mostrare il volto entrano anche decine di contractor privati, tutti si portano dietro borse e valigie con attrezzi e oggetti personali, anche quelli che non dovrebbero entrare nella base o a bordo delle imbarcazioni.