the voice of italy 2015 live
|

The Voice of Italy, J-Ax: «Quest’anno sono contento di non dover parlare di religione»

The Voice of Italy 2015: è tutto pronto per i live. Il talent show canoro di Rai2 entra nel vivo e va in diretta con cinque prime serate a partire da domani sera e per i coach è il momento di tirare le somme. Come fa J-Ax, che fa un confronto con l’esperienza dello scorso anno: «Sono molto contento di poter fare, quest’anno, un talent show sulla musica e non dover parlare di religione». Il riferimento, ovviamente, è a Suor Cristina Scuccia, vincitrice della scorsa edizione proprio con la squadra di J-Ax. La partecipazione della giovane suora di Comiso aveva acceso i riflettori di tutto il mondo sul talent di Rai2 e anche qualche polemica, ma la vittoria della religiosa sembra aver lasciato un po’ di amaro in bocca al rapper milanese.

LEGGI ANCHE Ascolti tv di martedì 28 aprile 2015 | Colpaccio Floris: sorpasso a Ballarò

the voice of italy 2015 live
Photocredit: Giornalettismo

 

«SUOR CRISTINA HA SFONDATO IN GIAPPONE, BELLA LÌ» –

Poco soddisfatto dalla piega che ha preso la carriera musicale di Suor Cristina? J-Ax precisa:

Sono contento perché Suor Cristina ha fatto il botto in Giappone, ma mi è dispiaciuto che il paese dove ci sono state più polemiche è stato appunto l’Italia. E mi è dispiaciuto anche perché il vincitore di The Voice non ha avuto un singolo e un video in rotazione subito dopo la fine del programma. Certo, poi Suor Cristina si è presa il suo tempo per decidere se fare il disco o no, ma questo non è dipeso né da The Voice né dalla Universal [l’etichetta discografica che produce il disco del vincitore del talent, NdR]. Ma sono contento che Suor Cristina in Giappone sia esplosa, bella lì, anche se la sua vittoria ha coperto un po’ gli altri.

 

LEGGI ANCHE: Roby e Francesco Facchinetti, il Team Fach si racconta: «A The Voice ci siamo messi in gioco»

 

 

THE VOICE OF ITALY 2015: CHI VA AI LIVE –

Ma per J-Ax, come per Noemi, Piero Pelù e Roby e Francesco Facchinetti, è tempo di pensare al presente e, per la precisione, al debutto di mercoledì sera con il primo dei cinque live che incoroneranno il vincitore di quest’anno. Dopo la fase delle Blind Audition, le Battle e i Knockout i concorrenti in gara sono rimasti in venti, cinque per ogni coach:

TEAM FACH:

  • Aj Summers (Alberto Slitti)
  • Fabio Curto
  • Chiara dello Iacovo
  • Alessia Labate
  • Sarah Jane Olog

TEAM NOEMI:

  • Thomas Cheval
  • Keeniatta (Desiriee Beverly Baird)
  • Marianè (Mariangela De Santis)
  • Andrea Orchi
  • Dany Petrarulo (Daniela Petrarulo)

TEAM J-AX:

  • Carola Campagna
  • Maurizio Di Cesare
  • Sara Vita Felline
  • Lele (Raffaele Esposito)
  • Tekla (Francesca Cini)

TEAM PELÙ:

  • Roberta Carrese
  • Marco De Vincentiis
  • Tommaso Gregianin
  • Ira Green (Arianna Carpentieri)
  • Alessandra Salerno

THE VOICE OF ITALY: IL VINCITORE IL 27 MAGGIO –

Già al termine della serata di domani si avranno le prime eliminazioni: passeranno tre cantanti per ogni squadra, i più votati dal pubblico, mentre toccherà a ogni coach “salvare” uno dei due talenti rimasti esclusi. Eliminazione dopo eliminazione, si arriverà alla grande serata finale del 27 maggio, quando i talenti rimasti in gara saranno in quattro: uno per ogni squadra. Sarà il televoto a scegliere il vincitore assoluto, che firmerà un contratto con la Universal. I quattro finalisti, comunque, avranno la loro occasione: è prevista l’uscita di un disco che raccoglie lo stile e la musica dei giovani cantanti.

«CERCHIAMO ARTISTI GLOBALI» –

La parola d’ordine, comunque è talento: «Cerchiamo artisti che possano stare su un mercato globale – spiega J-Ax – La musica italiana è in crisi perché si pensa solo al mercato italiano, ma noi cerchiamo qualcuno che possa sfondare anche a livello internazionale». Gli fa eco Piero Pelù, coach storico di The Voice: «Oltre a essere bravi cantanti dovranno essere anche bravi autori e bravi compositori. Non cerchiamo solo bravi interpreti, ma anche chi sa scrivere». L’appuntamento con il primo live di The Voice of Italy, quindi, è per mercoledì 29 aprile, alle 21.10 su Rai2.

(Photocredit copertina: Giornalettismo)