Sawyer Sweeten si è suicidato: era uno dei due gemellini di “Tutti amano Raymond”

di Valentina Spotti | 24/04/2015

Sawyer Sweeten si è suicidato. L’attore, noto al grande pubblico fin da quando era un bambino per il suo ruolo nella sit-com Tutti amano Raymond, si è ucciso con un colpo d’arma da fuoco mentre si trovava in Texas per una visita alla sua famiglia. Sawyer aveva soltanto 19 anni.

Sawyer Sweeten
Sawyer Sweeten con il fratello Sullivan e la sorella Madylin in una foto del 2005  – Foto: Stephen Shugerman/Getty Images Entertainment

SAWYER SWEETEN: L’ATTORE BAMBINO –

Sawyer Sweeten aveva soltanto 16 mesi quando, insieme al fratello gemello Sullivan, aveva esordito nella serie tv Tutti amano Raymond – in Italia era andata in onda tra il 1999 e il 2009 – nel ruolo di Geoffrey Barone. Oltre alla coppia di gemelli, del cast della serie faceva parte anche la sorella maggiore Madylin, che interpretava il ruolo di Ally. Insieme, i tre fratelli Sweeten vestivano i panni dei figli del protagonista, Raymond Barone. Una volta terminata la serie, tuttavia, la carriera di Sawyer non era riuscita a decollare e da allora aveva ottenuto pochissimi ruoli in altre produzioni. Proprio per questo, secondo alcune fonti, il ragazzo avrebbe sofferto di depressione, tanto da portarlo a togliersi la vita.

 

LEGGI ANCHE: Grey’s Anatomy: il super-spoiler inevitabile su Facebook e Twitter che fa infuriare i fan

 

SAWYER SWEETEN: L’ANNUNCIO DELLA FAMIGLIA –

Sawyer si è ucciso giovedì mattina, davanti alla veranda della casa dei suoi genitori a Brownwood, in Texas. The Hollywood Reporter riporta il comunicato diramato dalla famiglia dell’attore:

Questa mattina è accaduta un terribile strage famigliare. Siamo distrutti nell’annunciare che il nostro amato fratello, figlio e amico, Sawyer Sweeten, si è tolto la vita. Tra qualche settimana avrebbe festeggiato il suo ventesimo compleanno. In questo momento tanto doloroso, la nostra famiglia chiede che venga rispettata la propria privacy e vi preghiamo di mettervi in contatto con le persone che amate.

 

(Photocredit copertina: Lisa O’Connor/ZUMA Press – ANSA)