|

Tutte le scadenze della dichiarazione dei redditi 2015

Da mercoledì 15 aprile è possibile accedere alla dichiarazione 730 precompilata, in un’area autenticata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.  Per accedervi è necessario essere in possesso delle credenziali Fisconline (pin e password), oppure della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o, in alternativa, delle credenziali dispositive dell’Inps.  Effettuando l’accesso sarà possibile ottenere:

La dichiarazione dei redditi precompilata

L’elenco dei dati inseriti nella dichiarazione e di quelli che l’agenzia non ha potuto inserire perchè non completi o incongruenti

1 MAGGIO –

A partire dal 1 maggio il contribuente potrà inviare telematicamente la dichiarazione accettata, modificata o integrata direttamente all’Agenzia delle Entrate

DichiarazionieScadenze

16 GIUGNO –

Entro il 16 giugno va versato il saldo che riusulta da Unico Pf e l’eventuale prima rata di acconto Irpef. Quest’ultimo è dovuto se l’imposta dichiarata al netto di detrazioni, crediti d’imposta, ritenute e eccedenze è superiore a 51.65 euro.

30 GIUGNO –

Il 30 giugno scade il termine entro il quale consegnare ad un Ufficio Postale o ad un soggetto incaricato della trasmissione telematica (CAF o altri intermediari abilitati) il modello Unico su carta (nei pochi casi consentiti).

7 LUGLIO –

Termine ultimo per inviare il 730 precompilato (accettato, modificato o integrato). La presentazione può essere effettuata:

– Direttamente all’Agenzia delle Entrate in via telematica (ad esclusione della dichiarazione congiunta)

– Tramite sostituto d’imposta, se presta assistenza fiscale o presso Caf e professionisti abilitati

Se il modello viene presentato direttamente il contribuente deve indicare i dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio e compilare la scheda scegliendo a chi destinare l’8 il 5 e il 2 per mille dell’Irpef (anche se non si vuole esprimere una preferenza).

Per chi volesse invece presentare la dichiarazione al proprio sostituto d’imposta, al Caf o ad un professionista abilitato dovrà fornire:

– La delega per l’accesso al 730 precompilato

– La scheda per la scelta dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef in cui vengano indicati il codice fiscale e i dati anagrafici. Anche se non si vuole esprimere preferenze.

16 LUGLIO

Chi non avesse provveduto il 16 giugno al pagamento delle imposte risultanti da Unico (o dal 730 per chi è senza sostituto d’imposta) potrà effettuarlo il 16 luglio con maggiorazione dello 0.40%. La sovrattassa va versata assieme all’imposta e va calcolata sull’importo dovuto al netto di eventuali crediti scomputabili.

30 SETTEMBRE –

Il 30 settembre scadono i termini per la trasmissione telematica di Unico e dell’eventuale modello Irap.

730

730 PRECOMPILATO, CHI PUO’ E CHI NO –

Ricordiamo che la dichiarazione tramite 730 precompilato rimane facoltativa. È comunque sempre possibile presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie (730 e Unico). Il modeello precompilato è stato predisposto per i contribuenti che “nel 2014 hanno percepito redditi di lavoro dipendente e assimilati per i quali l’Agenzia delle Entrate ha ricevuto dai sostituti d’imposta la Certificazione Unica 2015. Potranno accedervi anche coloro che nel 2013 hanno presentato il modello 730, oppure quelli che, pur avendolo presentato hanno scelto il modello Unico o l’Unico Mini.

Sono esclusi dal 730 precompilato i contribuenti che non sono in possesso dei requisiti per la presentazione del modello 730: contribuenti con partite Iva (tranne i produttori agricoli) e le persone decedute, legalmente incapaci e minorenni.