iPhone perso o rubato? Ecco cosa fare

di Redazione | 16/04/2015

Come comportarsi in caso di smarrimento o furto del proprio iPhone? A fornire una risposta a questo interrogativo è direttamente il supporto Apple per i clienti, bene attento a fornire indicazioni per evitare la perdita dei dati personali o la violazione della privacy. Se il nostro smartphone viene perso o rubato è ovvio che la nostra principale preoccupazione di noi utenti diventa quella di recuperare numeri di rubrica salvati, immagini e altri file, e nello stesso tempo di evitare che il ladro o una persona che lo trova casualmente vada a spulciare nelle nostre informazioni.

 

(Foto: Epa / David Chang. Fonte: Ansa)
(Foto: Epa / David Chang. Fonte: Ansa)

 

LEGGI ANCHE: Così il tuo iPhone 6 diventa un Gameboy

 

IPHONE PERSO O RUBATO, CERCARLO CON UN’APP –

Ebbene, il supporto Apple ricorda che è possibile individuare il dispositivo per poi eseguire altre azioni o per ripristinarlo o per proteggere il caso, ricorrendo all’applicazione Trova il mio iPhone, purché essa sia già stata installata quando lo smartphone non era ancora stato perso o rubato. Nel caso la funzionalità sia attivata, dunque, è opportuno accedere, tramite un Pc o un tablet, ad icloud.com/find, oppure utilizzare sempre l’app Trova il mio iPhone da altro dispositivo. Una volta avuto accesso all’applicazione è possibile selezionare il dispositivo ricercato per poi visualizzarne la posizione in un mappa. Se per caso l’iPhone si trova nelle vicinanze è anche possibile far emettere un suono per ritrovarlo con facilità. Altra opzione è quella del blocco del telefono. Sempre con l’accesso ad iCloud è possibile attivare la modalità Smarrito e bloccare lo smartphone in remoto tramite un codice di quattro cifre.

IPHONE PERSO O RUBATO, SPORGERE DENUNCIA –

Ovviamente un passo obbligato da compiere è quello della denuncia di smarrimento o furto alle forze dell’ordine. L’iPhone, soprattutto in caso di furto, potrebbe essere rivenduto o ceduto o addirittura utilizzato per scopi illeciti. Rivolgersi alla polizia o ai carabinieri è sicuramente il modo migliore per evitare spiacevoli sorprese. Prima di recarsi dalle forze dell’ordine per presentare denuncia sarebbe opportuno annotare il numero di serie che compare sulla confezione dello smartphone o sulla ricevuta originale, e l’ID del profilo Apple.

 

LEGGI ANCHE: Ritorno al Futuro, il case per iPhone della DeLorean

 

IPHONE PERSO O RUBATO, CONTATTARE L’OPERATORE –

Un’altra denuncia di smarrimento, anch’essa molto importante, riguarda l’operatore telefonico. Contattanfo il proprio gestore è infatti possibile disabilitare il proprio account, impedire le telefonate, l’invio di messaggi e il traffico dati.

IPHONE PERSO O RUBATO, INIZIALIZZARE IL DISPOSITIVO –

Una delle soluzioni per impedire in maniera certa l’utilizzo del proprio smartphone e l’eventuale furto di dati è quello di inizializzarlo, ovvero di cancellare da remoto tutte le informazioni presenti. Si tratta di una vera e proprio formattazione dell’iPhone che può tornare utile nel caso in cui non ci sono più speranze di ritrovarlo. Con l’inizializzazione, infatti, non è più possibile nemmeno rintracciare il dispositivo tramite Trova il mio iPhone. Inoltre, se dopo l’inizializzazione dello smartphone lo si rimuove dall’account Apple viene disattivato il Blocco attivazione. Un’altra persona, quindi, può arrivare ad usare il proprio iPhone.

 

LEGGI ANCHE: Le condizioni drammatiche dei lavoratori che producono l’iPhone

 

IPHONE PERSO O RUBATO, BLOCCARLO CON UN’APP –

Nel caso l’iPhone sia spento o offline è comunque possibile, come quando è acceso, impostarlo su Smarrito, bloccarlo o inizializzarlo in remoto. La modalità Smarrito può essere attivato o disattivatatramite iCloud o l’app Trova il mio iPhone.

IPHONE PERSO O RUBATO, CAMBIARE LE PASSWORD –

Se, infine, in caso di furto o smarrimento dello smartphone non risulta attivata l’app Trova il mio iPhone, non è assolutamente possibile localizzarlo, ma si può solo tentare di proteggere i dati. In questo caso può essere molto utile cambiare subito la password del proprio ID Apple in modo da impedire alle persone entrate in possesso del dispositivo di accedere all’iCloud o usare altri servizi come iMessage o iTunes. Ovviamente la stessa procedura dev’essere eseguita per gli altri account cui si aveva accesso dall’iPhone, come Gmail, Facebook, Twitter, Instagram ed altri. Anche in questo caso è fondamentale la denuncia alle forze dell’ordine.

(Foto di copertina da archivio Ansa: Karl-Josef Hildenbrand / dpa)