|

Success Kid, il bimbo reso famoso dal meme tenta di salvare il papà

Justin Grinner è un uomo di 39 anni che ha bisogno di un trapianto di rene e di cure costose, così la sua famiglia ha messo in campo la notorietà del figlio Sammy, famoso come «success kid» e protagonista di una delle immagini più conosciute in rete.

success kid

IL PADRE AMMALATO –

Justin Grinner è in attesa di un trapianto di rene e fa la dialisi, ma solo di medicine spende 12.000 dollari all’anno, che la famiglia non ha. Grinner è anche relativamente fortunato perché ha Medicare, la polizza sanitaria «pubblica» che copre l’80% delle spese, altrimenti dovrebbe pagare moto di più

LA RICHIESTA D’AIUTO –

Così la famiglia ha aperto una sottoscrizione sul sito GoFundMe, dove ha raccolto 11.000 dei 75.000 dollari richiesti. insieme ai soldi cercano anche un donatore, ma per ora è andata male. Gran parte della somma è arrivata dopo che la mamma di Sammy ha pubblicato la foto del figlio, che ora ha otto anni, una mossa che inizialmente non voleva fare, ma della quale poi non si è pentita.

LEGGI ANCHE: La Russia mette il meme fuorilegge

SAMMY IL MEME –

La foto di Sammy l’ha messa in rete lei nel 2007 e un paio d’anni dopo ha cominciato a girare da sola con la didascalia «odio i castelli di sabbia», ma poi l’espressione soddisfatta e vincente di Sammy ne han fatto la prima scelta per la costruzione di molti fotomontaggi e uno dei meme più ubiqui, tanto che ancora oggi digitando «success kid» su Google escono per prime solo le immagini di Sammy.