|

A La prova del cuoco cucinano l’agnello: delirio su Facebook

Scontro fra titani tra i commenti della pagina Facebook de La prova del cuoco, il popolare programma culinario di Rai1 condotto da Antonella Clerici. Nella puntata andata in onda ieri, interamente dedicata al menù pasquale, viene proposta anche la ricetta delle costolette d’agnello panate, con la cuoca Anna Moroni che ribadisce come «A casa mia non è Pasqua se non ci sono le costolette d’agnello». La spiegazione della ricetta prosegue senza intoppi, le costolette vengono allineate sul piatto da portata e a dirigere i lavori viene chiamato Paolo Lauciani. Come ogni ricetta presentata durante la puntata, anche quella delle costolette d’agnello viene poi pubblicata sulla pagina Facebook del programma. E si scatena la bagarre.

Facebook/La Prova del Cuoco
Facebook/La Prova del Cuoco

COSTOLETTE D’AGNELLO: LA GUERRA NEI COMMENTI –

La lotta tra vegetarani e non vegetariani si ripropone ancora una volta e l’oggetto del contendere è sempre lo stesso: la tradizione tutta pasquale di consumare carne d’agnello, una diatriba che ogni anno si riaccende allo spuntare della primavera. Ma sulla pagina de La prova del cuoco i toni si fanno presto accesi. Anzi, esplosivi:

Facebook/La prova del cuoco
Facebook/La prova del cuoco

 

LEGGI ANCHE: Agnello di Pasqua: perché sì

 

Tra chi accusa chi mangia agnello – e chi consuma carne in generale – di essere  un «Assassino di cuccioli» e chi punta il dito contro l’insensibilità di coloro che fanno «ingravidare le femmine per mangiare i loro figli», le immagini truculente non mancano, e si addossa la responsabilità di tutto il «male del mondo» a coloro che mangiano le costolette d’agnello a Pasqua.

Facebook/La prova del cuoco
Facebook/La prova del cuoco

 

LEGGI ANCHE: L’agnello a Pasqua? Perché no

 

Ma non mancano nemmeno le risposte dei non-vegetariani, che, rintuzzano le accuse con un misto di veemenza e scherno:

Facebook/La prova del cuoco
Facebook/La prova del cuoco

La diatriba prosegue per centinaia di commenti, tra insulti, complimenti al vetriolo, e anche qualche augurio di morte sparso. Quando si dice il clima pasquale…

(Photocredit copertina: Rai1/La prova del cuoco)