windows 10
|

Perché Microsoft ha “regalato” Windows 10

 Microsoft ha deciso di regalare per un anno la nuova versione di Windows, Windows 10, a chi ha installato sul proprio computer o sul proprio smartphone le precedenti versioni del sistema operativo più diffuso al mondo. Un aggiornamento gratuito per centinaia di milioni di persone, che mostra la nuova strategia di Microsoft per rilanciare Windows.

MICROSOFT WINDOWS 10 GRATIS –

Durante la presentazione di Windows 10 Microsoft ha annunciato che la nuova versione di Windows rimarrà un aggiornamento gratuito per chi ha installato le ultime versione del sistema operativo dell’azienda americana. Chi utilizza il proprio Pc o il proprio smartphone con Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1 potrà installare senza spendere niente il nuovo aggiornamento del programma di punta di Microsoft. Uno dei manager di Microsoft, Terry Myerson, ha ribadito in un post sul blog aziendale come si voglia definire una nuova strategia di relazione coi clienti. Secondo il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung ci sono diverse ragioni che spiegano la svolta di Microsoft.  L’azienda fondata da Bill Gates ha registrato un’esperienza positiva, quando nell’aprile del 2014 ha messo a disposizione in modo gratuito il suo sistema operativo per i produttori di tablet e smartphone. Fino ad allora si stimava che l’installazione su questi dispositivi potesse costare fino a 15 dollari al pezzo. Microsoft ha deciso di cambiare strategia per recuperare l’enorme distacco nei confronti di Android e iOS di Apple, i due sistemi operativi che dominano il segmento di smartphone e tablet.

MICROSOFT OFFICE 10 –

Per Faz esistono altre ragioni poi per la decisione di Microsoft di rilasciare Windows 10 come aggiornamento gratuito. Microsoft ha scelto di seguire la strategia del freemium, crasi tra free e premium. Sempre più operatori IT diffondono programmi di base gratuiti, per poi creare una solida rete di clienti da cui attrarre coloro che vogliono comprare miglioramenti a pagamento. Microsoft ha fatto già una mossa in questo senso con Microsoft Office, rilasciato in modo gratuito per iPhone e iPad. Per ottenere componenti aggiuntive che lo assimilavano a Microsoft Office utilizzato sul Pc domestico è però necessario pagare una cifra aggiuntiva. Diffondere in modo gratuito Windows 10 rende il nuovo sistema operativo più interessante per i produttori di App. Un calcolo ben preciso, visto che maggiori saranno le App migliorative sviluppate per Windows 10, maggiore sarà l’interesse dei clienti per il nuovo sistema operativo di Microsoft.

Photocredit: Justin Sullivan/Getty Images