|

Le mummie al formaggio

La Nbc ci parla di una strana scoperta fatta da alcuni archeologi che in Cina hanno trovato delle mummie avvolte, si può dire così, nel formaggio. L’alimento era piazzato intorno al loro collo e sul petto. Ma a rendere davvero straordinaria la notizia è il fatto che questo formaggio potrebbe essere vecchio di 3.600 anni.

mummia-formaggio (2)

TROVATO IL FORMAGGIO PIÙ VECCHIO DEL MONDO? –  questo starebbe a significare che il formaggio rinvenuto potrebbe essere il più vecchio mai scovato nella storia dell’umanità. Ma prima di esultare, forse è opportuno dare un significato corretto alla parola «formaggio», specie in questo caso. Gli archeologi hanno raccolto materiale giallastro proveniente da dieci tombe ed altrettante mummie sepolte nel piccolo cimitero fluviale numero cinque, posto nel deserto del Taklamakan, nel nord ovest della Cina. Le particolari condizioni di questo deserto, asciutto e battuto dal sole, ha protetto le mummie in tutti questi anni così come i vestiti ed i paramenti che agghindavano le loro tombe.

 

LEGGI ANCHE: Il mistero risolto della mummia Inca

 

FORMAGGIO DI KEFIR – Un laboratorio chimico tedesco ha analizzato le proteine contenute nei campioni di formaggio estratti dagli archeologi spiegando che, secondo loro, l’alimento altro non è che formaggio di kefir. Si tratta quindi di una specie di yogurt al quale sono stati aggiunti dei batteri. Probabilmente l’alimento è stato lasciato nelle tombe o come tributo o come cibo con cui nutrirsi nell’aldilà. Le mummie di Taklamakan sono poi importanti perché il loro aspetto non sembra asiatico o comunque non è quello degli abitanti della regione all’epoca. Probabilmente si tratta di stranieri che hanno portato con sé la ricetta del formaggio.

I PRECEDENTI STORICI – Secondo i ricercatori questo è l’esempio più antico di formaggio a disposizione degli studiosi ma non rappresenta la prova della prima produzione casearia nella storia. Un’altra équipe di ricerca ha rinvenuto residui di latte in uno strumento, vecchio di 7,500 anni, atto alla produzione di formaggio e trovato nell’attuale Polonia. Altri residui di latte sono stati rinvenuti sui resti di ceramiche vecchie di 8.000 anni e trovate in Turchia, nella regione dell’Anatolia. Tuttavia in questi casi non si sa con certezza se tali residui di latte corrispondano ad un pezzo di formaggio. Andrej Shevchenko, del reparto di biologia molecolare e genetica dell’istituto tedesco «Max Planck» ha spiegato che la scoperta apre le porte ad una ricerca incentrata all’analisi dei materiali e delle sostanze antiche per scoprire come veniva fatto il formaggio in passato.