|

Quello che non riesce a pagare il mutuo e restituisce alla banca la casa. Demolita

Un bulgaro che non riusciva a pagare il mutuo ha demolito casa sua, ha caricato le macerie su alcuni camion e le ha consegnate alla banca.

lovech 1

LA DEMOLIZIONE – La storia si è svolta in Bulgaria a novembre, nella cittadina di Lovech, dove un uomo di fronte all’imminente minaccia di sfratto da parte delle banca alla quale non riusciva a pagare il mutuo, ha deciso di demolirla e di consegnarne le macerie alla sede centrale dell’istituto nella città di  Teteven, a un’ottantina di chilometri.

IL SENSO DELL’AZIONE – L’idea non è così peregrina come potrebbe sembrare, perché le clausole del mutuo prevedono la restituzione della casa in caso d’inadempienza e non riguardano il terreno, che quindi rimarrebbe sì di proprietà del debitore, ma gravato dalla presenza della casa. Grazie a questo espediente l’uomo ha potuto così vendicarsi dello spietato direttore che gli ha rifiutato una proroga dello sfratto o una ulteriore dilazione dei pagamenti e allo stesso tempo liberarsi di un incomodo che svalutava il suo terreno.

LEGGI ANCHE: Gli arresti tra i movimenti per la casa per gli incidenti con la polizia

UN UOMO, UN MITO – La notizia, appena una breve, non è stata seguita da aggiornamenti sulla reazione dell’istituto di credito, ma con il tempo la conoscenza del gesto si è diffusa fino a guadagnare risonanza internazionale e l’uomo è così diventato un mito per i milioni di mutuatari che nel mondo combattono quotidianamente contro le pretese che le banche avanzano sulle loro abitazioni.