Ora su Facebook puoi essere anche cisgender, transgender e intersessuale

di Redazione | 14/02/2014

Non solo ‘maschio‘ o ‘femmina‘. Il più noto e diffuso dei social network, Facebook, ha appena annunciato che da oggi gli utenti degli Stati Uniti hanno la possibilità di indicare anche altre voci relative all’identità di genere. Cisgender, transgender, intersessuale: sul sito è ora possibile scegliere tra dieci diverse opzioni, aggiunte per chi non si sente rappresentato dalle categoria ‘uomo’ o ‘donna’, e scegliere il pronome (lui o lei) con il quale si preferisce essere indicati.

 

facebook genere

 

LA NUOVA SCELTA DI GENERE E PRONOME – Per l’inserimento delle nuove opzioni legate all’identità di genere la società fondata da Mark Zuckerberg ha spiegato di aver lavorato fianco a fianco con le associazioni della comunità Lgbt, ma non ha ancora indicato entro quanto tempo le nuove voci saranno disponibili per gli utenti che si connettono al di fuori degli States. Per celebrare la nuova funzionalità offerta dal social network, nella sede principale di Menlo Park, in California, lungo una passerella è stata perfino esposta una bandiera arcobaleno (simbolo della comunità gay e transessuale) di notevoli dimensioni. «Siamo orgogliosi di offrire una nuova opzione di genere per aiutare ad esprimere meglio la propria identità su Facebook», si legge sul profilo della pagina fan Facebook Diversity.

 

LEGGI ANCHE: 29 cose che non si potevano fare prima di Facebook

 

LA COLLABORAZIONE CON ATTIVISTI LGBT – «Abbiamo collaborato – afferma il sito – con un gruppo di importanti organizzazioni Lgbt per offrire un ampio elenco di identità di genere che molte persone usano per descrivere se stesse». «Le persone che scelgono un genere personalizzato – aggiunge la pagina di Facebook – avranno ora la possibilità di scegliere anche il pronome con il quale vorrebbero essere indicate pubblicamente, maschile, femminile o neutro. Abbiamo anche aggiunto la possibilità per le persone di selezionare il pubblico con il quale intendono condividere il loro genere personalizzato». «Questa impostazione – conclude la pagina Facebook Diversity – dà la possibilità alle persone di espimersi in modo autentico».

LA SODDISFAZIONE DELLE TRANS – «Tutte le persone transgender come me – ha poi spiegato Brielle Harrison, ingegnere del software per Facebook – si trovano di fronte ad un’opzione binaria: maschio o femmina? Qual è il tuo genere? È sconfortante perché nessuna ci rappresenta veramente». «Ora – dice Harrison soddisfatta – per la prima volta le persone che si connettono possono sapere qual è la mia identità di genere». Facebook può vantare oltre un miliardo di utenti mensili attivi in tutto il mondo, oltre 150 milioni dagli Stati Uniti. Secondo il William Institute, un think tank con sede presso l’Università della California sono almeno 700mila negli States che si identificano come transgender.

(Fonte immagini: Facebook / pagina fan Facebook Diversity)