|

Il video degli abusi anti-gay di Occupy Pedophilia

Militanti che si scambiano informazioni sulle persone omosessuali, organizzano raid punitivi, registrano con videocamera i loro atti di violenza omofoba. L’emittente britannica Channel 4 ha mandato in onda un documentario shock sull’organizzazione antigay russa Occupy Pedophilia tristemente nota per le sue aggressioni fisiche e verbali. I filmati esclusivi mostrano riunioni tra gli attivisti ed anche abusi compiuti ai danni degli omosessuali.

 

omofobia gay russia occupy pedophilia 1

 

LE ACCUSE DI PEDOFILIA AI GAY – Si tratta di immagini che spiegano dall’interno le dinamiche del gruppo, le cui vittime vengono spesso accusate finanche di pedofilia. Occupy Pedophilia presenta, dunque, un legame, quello tra omosessaulità e abusi sui bambini, che non è mai stato scientificamente provato, ma rischia di confondere le persone meno colte o più superficiali. In effetti, quella di equiparare violenze sui minori e omosessulità, è uno degli strumenti noti utilizzati dai gruppi omofobi per rendere le loro campagne più attenzionate dall’opinione pubblica.

L’ESCALATION IN RUSSIA – Sta accadendo, dunque, anche in questi mesi in Russia. Una nuova propaganda antigay sta montando proprio in concomitanza con le leggi omofobe che vietano esplicitamente la «promozione di relazioni non tradizionali» ai bambini. Gli attivisti antigay cavalcando l’infuocato dibattito sul tema sembrano insomma intenzionati a sfruttare l’occasione per nuove aggressioni. E gli omosessuali, di conseguenza, si sentono costretti a nascondere il loro orientamento sessuale.

 

IL VIDEO, DISPONIBILE NELLA PAGINA SEGUENTE, POTREBBE URTARE LA VOSTRA SENSIBILITÀ