“Di Caprio è un vero uomo”. Parola di Putin

Ammirazione del primo ministro russo verso l’attore dopo che la star di Hollywood ha promesso 1 milione di dollari per...

Ammirazione del primo ministro russo verso l’attore dopo che la star di Hollywood ha promesso 1 milione di dollari per salvare le tigri.

Vladimir Putin ha definito l’attore Leonardo DiCaprio un “vero uomo”, dopo che la star di Hollywood ha promesso 1 milione di dollari per salvare le tigri dall’estinzione. “Vorrei ringraziarti per essere venuto nonostante tutti gli ostacoli“, ha detto Putin all’attore che stava partecipando al vertice sulle tigri a San Pietroburgo. “Una persona con nervi meno saldi poteva decidere di non venire – poteva essere letto come il segno - che non valeva la pena andare avanti“, ha aggiunto Putin.

LE PERIPEZIE DI DICAPRIO - Il primo ministro russo, che ospita il summit, ha detto che la star di Titanic aveva “letteralmente diretto la sua strada verso San Pietroburgo“, definendolo “un vero uomo” (o “contadino“) per la sua persistenza. DiCaprio, infatti, era in viaggio verso la Russia per partecipare alla International Tiger Conservation Forum quando il suo aereo, un jet Delta Airline, è stato costretto ad atterrare all’ aeroporto JFK di New York a causa della perdita di un motore per malfunzionamento.”Bisogna lodare i piloti americani che hanno mostrato coraggio,calma e professionalità per arrestare tutti i motori e mettere l’aereo in caduta libera per alcuni secondi” ha detto Putin, aggiungendo: “Io credo che nessuno avrebbe voluto continuare il proprio viaggio, ma il signor DiCaprio non è uno qualsiasi“.

CHE UOMO! - Ma non è finita qui l’avventura dell’attore perché, come ha spiegato Putin: “A causa di forti venti sopra l’oceano, l’aereo ha utilizzato il suo combustibile [prima di arrivare a destinazione] ed è stato costretto ad atterrare ad Helsinki“, ha detto Putin in un boato di risate del pubblico.”Non è divertente“, ha sottolineato Putin con un sorriso. “L’aereo è stato rifornito di carburante a Helsinki e ha continuato il suo volo per San Pietroburgo“. “Questo è ciò che noi chiamiamo un vero uomo!”

SALVIAMO LA TIGRE! - DiCaprio ha anche affermato di essere mezzo russo, dopo aver rivelato che due dei suoi nonni erano russi, così come ha riportato l’agenzia di stato RIA Novosti. Dal suo canto, Putin ha accuratamente coltivato un’immagine da duro per tutta la sua carriera politica, usando un linguaggio forte nei discorsi, la pratica del judo e  la guida di aerei da combattimento davanti alle telecamere. In precedenza DiCaprio aveva promesso 1 milione di dollari per il World Wildlife Fund nello sforzo urgente di conservazione della tigre con il suo Fondo presso la California Community Foundation. L’attore, infatti, è noto per la sua partecipazione a programmi di conservazione della tigre. All’inizio di quest’anno, è entrato a far parte del WWF con l’intento di raccogliere 20 milioni dollari attraverso la campagna Save Now. Come membro del Board del WWF ha recentemente visitato i parchi tigre in Nepal e Bhutan. Il World Wildlife Fund ha in programma di spendere 85 milioni dollari nei prossimi cinque anni in programmi volti al ripristino della popolazione mondiale di tigri. Secondo il WWF, ci sono circa 3.200 tigri allo stato selvatico in 13 paesi in tutto il mondo. n secolo fa, esistevano circa 100.000 tigri selvatiche in tutta l’Asia e l’Estremo Oriente russo. Ora sono a rischio estinzione a causa del bracconaggio, commercio illegale e perdita dell’ habitat. Il Tiger Conservation International Forum, ospitato dalla città nord-occidentale russa di San Pietroburgo dal 21 al 24 novembre, sta discutendo un piano per raddoppiare la popolazione animale in 12 anni e che richiederà fino a 350 milioni di euro dalla comunità internazionale.