|

Sara Tommasi e il mistero delle intercettazioni con Berlusconi

Nell’udienza preliminare sulle escort portate dall’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini nelle residenze estive dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il gup del Tribunale di Bari, Ambrogio Marrone, ha ammesso nel procedimento gli atti depositati dalla Procura nell’udienza del 20 marzo scorso, che comprendono intercettazioni telefoniche e messaggi tra la show girl Sara Tommasi, Paolo e Silvio Berlusconi e il calciatore Mario Balotelli.

SARA TOMMASI E LE INTERCETTAZIONI – Gli atti sono contenuti in un’informativa della Procura di Napoli depositata dai pm Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia a sostegno della tesi che esisteva un sistema di sfruttamento della prostituzione di cui facevano parte anche le ragazze della ‘scuderia’ di Tarantini. Sara Tommasi, infatti, coinvolta nel procedimento napoletano, risulta parte offesa a Bari. Sarebbe tra le ragazze che partecipavano alle feste nelle residenze estive di Silvio Berlusconi tra il 2008 e il 2009. L’udienza preliminare proseguira’ il 18 aprile con la discussione dei pm e delle parti civili costituite, le escort Patrizia D’Addario e Terry De Nicolo’. L’unico imputato ad aver chiesto il rito abbreviato e’ l’avvocato fasanese Salvatore Castellaneta, detto Toto’, referente per l’organizzazione delle feste private di Berlusconi a Milano. A rischiare il rinvio a giudizio per i reati, a vario titolo, di associazione per delinquere e sfruttamento della prostituzione, sono i fratelli Gianpaolo e Claudio Tarantini, la tedesca Sabina Began, la cosiddetta ‘ape regina’ delle feste del premier, le attrici Letizia Filippi e Francesca Lana, e Pierluigi Faraone e Massimiliano Verdoscia, amici e soci in affari di Tarantini. (ANSA).

SARA TOMMASI E BALOTELLI – Ecco le intercettazioni fra la Tommasi e Balotelli riportate giorni fa dalla Gazzetta dello Sport

Tra i destinatari anche Paolo Berlusconi (fratello di Silvio) e il calciatore Mario Balotelli. La polizia scrivendo alla Dda di Napoli (nell’ambito di una inchiesta sullo sfruttamento della prostituzione) traccia un profilo della Tommasi: “oscilla con inquietante disinvoltura dalla fragilità psicologica alla più sfrenata spregiudicatezza”. Problemi ben chiari anche a Balotelli: nel 2011, quando la stampa inizia a raccontare delle notti di Arcore, il giocatore capisce il “giro” della ragazza. E chiede spiegazioni.[…]  ”C’entri anche tu con il casino di Berlusconi? Perché se è così non ti voglio” si legge in una delle intercettazioni. Lei cerca una difesa disperata, rispondendo “tutte le donne dello spettacolo passano per la casa di Berlusconi”

Lei nega, ma poco può contro le intercettazioni che nel frattempo riempiono i media:

“Ho saputo che sei stata con tre uomini contemporaneamente”. Questa la risposta: “Non è vero e poi quella volta mi avevano drogato”. Balotelli, però, chiude qui “la partita” con la show girl. Certo, ogni tanto le invia un messaggio per sapere “come stai”. E lei risponde: “sono stata segregata in casa da mia mamma. Sto cercando di curarmi con lo psicologo”. […] Nella informativa si fa cenno a numerosi festini dove, secondo la Tommasi, era normale fare uso di stupefacenti. E quando Dinho finisce fuori rosa, lei fa una telefonata di fuoco a Paolo Berlusconi “Reintegratelo immediatamente. Tu e tuo fratello che fate? Le stesse cose. Soltanto che siete vecchi e brutti”. Il rapporto con Paolo Berlusconi riempie diverse pagine. Lei gli manda sms tipo: “possibile che sono sempre eccitata?”. Lui le cerca uno psicologo e scrive: “sono l’unico che sta cercando di aiutarti”.