|

Porno o arte? Youtube decide così

Gizmodo ci presenta la sottile differenza tra arte e porno secondo Youtube, partendo dalla rimozione di un video musicale dell’artista Robin Thicke, in grado di guadagnare oltre un milione di visite prima di essere “cancellazione” per aver violato le regole del sito in tema di sesso e nudità.

CONTROLLO SU RICHIESTA – Pochi giorni dopo Vevo ha caricato la versione non censurata cancellata 30 minuti dopo la sua diffusione. Secondo Youtube la versione di “Blurred Lines”, questo il nome del pezzo, è stato classificato come inappropriato e per questo cancellato. Youtube cancella tutti i video i cui contenuti vengono ritenuti sessualmente provocanti. Ciò non significa che i video vengono continuamente controllati. E’ la comunità a ritenerli inappropriati. Non esistono algoritmi che determinano il valore artistico di un video. Alcuni impiegati di youtube verificano il contenuto e poi decidono cosa fare.

 

LEGGI ANCHE: I provini nascosti delle star

 

IL CRITERIO – Ma qual è il criterio? Se un video viene segnalato per le nudità o per la volgarità delle scene, avvengono queste tre cose: youtube ritiene che nessuno ha violato nulla e quindi il video resta lì dov’è, il video viene ritenuto artistico, lo si cancella. E Youtube non vuole svelare minimamente quali sono i suoi criteri, altrimenti i video in futuro riuscirebbero ad aggirare i limiti. Oppure potrebbe essere la prova che youtube decide secondo criteri del tutto personali. Solo Youtube decide se un video è adatto ai maggiorenni  meno, solo Youtube decide se questo non viola le regole e solo Youtube decide se un contenuto va bene o meno per bambini.

A DISCREZIONE – Di contro nessuno, neanche Vevo, può decidere qualcosa sui contenuti. Parliamo di una piattaforma dove gli artisti possono caricare i propri contributi senza alcuna censura operata sulla piattaforma. Vevo a volte mette un avviso relativo alla presenza di termini ritenuti “espliciti” ma si tratta di un’iniziativa personale. Per il resto Youtube come detto decide secondo criteri del tutto segreti. L’unico vero parere che conta è quello della comunità web. Poi delle persone decidono in base al loro criterio. Più democratico di così.