|

No alle foto shock sui pacchetti di sigarette

Il governo tedesco rifiuta le foto dal forte impatto visivo sui pacchetti di sigarette voluti dalla Commissione Europea.

LE FOTO SHOCK – “La Commissione Europea ha fatto grandi passi in avanti sulla lotta contro il fumo” scriveva a dicembre Die Bild in riferimento alla presentazione delle norme più severe contro il tabacco. Le normative prevedono riduzione del catrame a 10 mg e nicotina a 1mg e il divieto di agenti aromatizzanti come quelli utilizzati per le sigarette al mentolo. Grandi novità sono state introdotte dalle immagini shock che devono occupare il 75% del pacchetto ma la Germania si è opposta.

guarda le immagini:

LEGGI ANCHE: Che effetto fanno le foto shock sulle sigarette – Foto

GERMANIA CONTRO – Il governo tedesco si è opposto alle immagini shock “che mostrano l’evoluzione del cancro o le bocche danneggiate dal fumo” scrive Die Bild perché si devono evitare immagini “horror”. Secondo il Governo Federale “non ci sono prove scientifiche per vedere se le foto fanno effetto sul consumatore”. Eppure, recentemente Frankufurter Allgemeiner riportava pareri positivi in merito riscontrati in Canada, Brasile e Australia: “L’iniziativa ha delineato un drastico calo negli acquisti. Lo scopo era far allontanare dal fumo soprattutto i giovani e convincere gli ex fumatori a non ricadere nella routine” (ne abbiamo parlato qui).

IL PARERE – Il ministro tedesco Ilse Aigner si è dimostrata scettica sull’iniziativa anche se la sua intenzione è certamente quella di “ridurre drasticamente il numero dei fumatori” ma dubita che gli avvertimenti sui pacchetti siano in grado di “limitare l’uso del tabacco”. Un portavoce del governo ha riferito al giornale tedesco che “La Commissione Europea deve dimostrare l’efficacia delle avvertenze per la salute poste sui pacchetti delle sigarette, altrimenti la Germania non darà il consenso”.

 

 

(Photo Credit/Getty Images)