|

La manicure con il gel può provocare il cancro?

E’ comoda, è elegante, dura a lungo. Ma è sicura? Parliamo della manicure col gel, anche semipermanente, sempre più di moda tra le donne di oggi, perpetuamente di corsa e con poco tempo per farsi le unghie. Una sola seduta e miracolosamente lo smalto dura per settimane, senza scheggiarsi e senza bisogno di ritocchi. Sembra una meraviglia, ma siamo sicuri che non faccia male?

LO STUDIO – Uno studio della New York School of Medicine, riportato dal Daily Mail, ci informa delle conseguenze pericolose che questo trattamento estetico può avere sulla salute, a breve e a lungo termine. L’autore dello studio, il dottor Chris Adigun, avverte: “Le donne che fanno spesso la manicure col gel dovrebbero tener presente che rischiano il cancro della pelle”.

RAGGI UV, CANCRO, MACCHIE – I “fornetti” utilizzati per far asciugare lo smalto in gel, infatti, come le lampade abbronzanti, emettono raggi UV, la cui pericolosità per la pelle è ben nota: rispetto alle lampade, inoltre, sono ancora più pericolosi perché solitamente non sono regolabili, quindi è impossibile conoscere la potenza dei raggi a cui vengono esposte le mani durante la fase dell’asciugatura. Per questo i ricercatori che hanno condotto lo studio consigliano in ogni caso di utilizzare sulle mani una buona crema solare, con un filtro ad ampio spettro, quando ci si sottopone al trattamento: anche se il rischio cancro è abbastanza remoto, infatti, il rischio di invecchiamento della pelle causato dai raggi UV è invece molto probabile, e nessuna donna vorrebbe mai unghie perfette su mani macchiate e rugose.

DANNI ALLE UNGHIE – Che il gel non sia proprio innocuo per la salute delle unghie, d’altra parte, è rilevabile anche a occhio nudo: fin dalla prima applicazione, a causa dei prodotti chimici usati, l’unghia si assottiglia e, in parecchi casi, tende a sfaldarsi. Ciò potrebbe dipendere, sempre secondo lo studio, dal fatto che vengano usati dei prodotti a base di acetone, molto aggressivi e disseccanti. Questa ipotesi non è stata provata, ma rimane il fatto che, dopo una manicure semipermanente, molte donne lamentano problemi di fragilità delle unghie.

UNGHIE COPERTE – Peraltro, evidenzia Adigun, tenere le unghie sempre “coperte” con uno smalto difficilmente rimovibile è sconsigliabile anche perché in questo modo potrebbero restare “nascosti” sotto lo strato colorato, e quindi impossibili da controllare, vari sintomi di infezione.

LE CONCLUSIONI DELLO STUDIO – Insomma, conclude lo studio: le donne non devono rinunciare a sentirsi più belle, ma è bene che tengano presenti i rischi derivanti dall’esposizione a raggi UV e agenti chimici. Manicure  col gel sì, dunque, ma meglio riservarla solo alle occasioni speciali.

(Photocredits: imabeautygeek.com)